Home Eco Lifestyle 17 fotografi scendono in campo per sostenere gli ospedali di Emergency

17 fotografi scendono in campo per sostenere gli ospedali di Emergency

pubblicato il:
stampe per emergency

La collezione di stampe d’autore dell’impresa sociale inglese ishkar saranno messe in vendita per sostenere gli ospedali di emergency in Afghanistan

Da Steve McCurry a Lorenzo Tugnoli, premio Pulitzer nel 2019 e World Press Photo nel 2019 e 2020. Ma anche Michael Christopher Brown, noto per i suoi reportage fotografici dalla Libia e l’azera Rena Effendi che, negli anni, ha prodotto numerosi lavori sui giovani, dal Cairo a Kabul, esponendo anche alla Biennale di Venezia.

E ancora Matthieu Paley, Andrew Quilty, Farshad Usayan, Emily Garthwaite, Lalage Snow, Solmaz Daryani, Louise Follain, Jim Huylebroek, Charles Thiefaine, Levison Wood, Omid Scheybani, Erin Trieb, Kalpesh.

24 stampe d’utore, realizzate su carta Giclée Hahnemühle Pearl e disponibili in tre dimensioni, sono state messe in vendita sul sito dell’impresa sociale Ishkar.

Ishkar, impresa sociale inglese nata a Kabul, per il secondo anno consecutivo, ha coinvolto professionisti affermati e talenti emergenti per raccontare l’Afghanistan. Il risultato è una collezione di immagini rare e preziose in vendita fino al 15 settembre.

Da attimi di normalità a paesaggi sospesi di un Paese tormentato da una guerra che dura da oltre di 40 anni: la collezione d’autore racconta l’altro volto dell’Afghanistan raramente visto finora.

Emergency è presente in Afghanistan dal 1999. Da allora, ha curato più di sette milioni e mezzo di persone. Oggi gestisce centri medico-chirurgici a Kabul, Lashkar-gah e nella Valle del Panshir, un centro maternità ad Anabah e una rete di 44 centri sanitari e posti di primo soccorso.

Nonostante le circostanze estremamente difficili, l’associazione umanitaria è determinata a continuare a fornire assistenza sanitaria senza discriminazioni a dispetto del conflitto.

Per queste ragioni tutti i profitti della Print Sale 2021 saranno devolute agli ospedali di Emergency in Afghanistan.

Condividi: