Scopri la sostenibilità anche in viaggio: ecco quando il treno è più veloce dell’aereo

pubblicato il:
sostenibilità in viaggio - treno vs aereo

Chi l’ha detto che l’aereo è il mezzo più veloce per raggiungere la nostra destinazione? Inoltre, come ormai è stato reso noto da importanti campagne mediatiche, questi “giganti d’acciaio” (anzi, per essere più precisi, costruiti in leghe pesanti di alluminio) consumano importanti risorse naturali e, di conseguenza, sono molto inquinanti.

Il treno non è solo un mezzo alternativo e sicuramente più “green”, ma, come vedremo in questo focus, può rappresentare una scelta che farà risparmiare tempo e denaro.

I vantaggi del treno

Una volta prenotato e pagato il biglietto, è sufficiente recarsi in stazione, cercare il proprio binario ed entrare sul mezzo. Le stazioni ferroviarie si trovano spesso nel centro città, quindi non ci sarà bisogno di raggiungere il luogo della partenza con largo anticipo affidandosi a taxi o navette.

In aeroporto, invece, bisogna considerare i tempi tecnici relativi al check-in e al controllo doganale. Per i voli nazionali si consiglia di arrivare in aeroporto circa un’ora prima dell’imbarco ai gate, mentre per quelli internazionali (anche per le tratte brevi europee) bisogna essere al terminal due-tre ore prima della partenza. Un lasso di tempo non indifferente.

Se abbiamo con noi un bagaglio, poi, il treno consente di conservarlo sempre accanto a noi. Con l’aereo, invece, non solo bisognerà imbarcarlo, ma anche attenderlo all’arrivo, sui nastri, nella zona del recupero bagagli: un’operazione, questa, che può richiedere anche un’ora. E poi c’è sempre il rischio che, nei trasferimenti tra terminal e aereo, una valigia vada persa.

Consigli per la prenotazione

Convenienti, pratici e velocissimi: i treni sono molto frequentati. Ecco perché è meglio prenotarli in anticipo, per evitare di non trovare posto nella data desiderata.

Non c’è bisogno di recarsi presso un’agenzia di viaggio, esistono siti internet affidabili e completi, che consentono di valutare diverse opzioni, compresi eventuali upgrade. Il biglietto non deve per forza essere stampato: a seconda delle stazioni e delle tratte può bastare anche esibire il biglietto elettronico sul proprio smartphone.

Le tratte top per i treni

Le città d’arte e importanti capitali europee, frequentatissime sia dai turisti che da indaffarati businessmen, sono le tratte più “servite” e veloci. Un classico esempio è dato dall’Eurostar che collega Londra a Parigi: in poco più di due ore si attraversa la Manica e si arriva a destinazione.

Per colmare la distanza di più di 600 chilometri che separa Barcellona da Madrid, il treno è sicuramente il mezzo più veloce: con l’alta velocità il viaggio è di 2 ore e 30 appena. In Italia, il tragitto tra Roma e Milano è di circa 3 ore.

Il futuro dei viaggi

Il treno ci dimostra come un comportamento sostenibile e più “ecologico” sia anche più conveniente. Non solo: viaggiando su rotaie si possono scoprire scorci inediti, cambiamenti del paesaggio, si assapora la distanza che separa dalla nostra destinazione in modo esperenziale e non quasi “passivo” come accade in aereo.

Con il treno, la vacanza inizia nel momento stesso in cui sentiamo i primi movimenti del mezzo, seduti comodamente nella nostra “carrozza”, un luogo che conserva un nome tanto antico quanto evocativo.

Cullati dal moto ritmico del treno, passiamo attraverso paesaggi, luci e colori che cambiano, rumorose gallerie e silenziose campagne. E ciò ci aiuta a ricordare che ogni piccolo sforzo che facciamo per conservare la bellezza della terra, è qualcosa che facciamo anche per il nostro benessere.

Condividi: