Home Eventi Sciopero globale per il clima: il 24 settembre tutti in piazza!

Sciopero globale per il clima: il 24 settembre tutti in piazza!

pubblicato il:
sciopero globale per il clima
Foto di NiklasPntk da Pixabay

Servono misure urgenti per contrastare la crisi climatica: non c’è più molto tempo e tutti devono fare la loro parte. Anche con uno sciopero globale per il clima.

Mobilitazione per il clima in numerose città italiane: il movimento Fridays for Future torna a invocare la collaborazione e l’impegno di tutti a favore del clima con uno sciopero globale per il clima, domani venerdì 24 settembre in numerose città italiane.

Anche mezzo grado conta e chi minimizza il problema non sa di cosa parla o è connivente co il sistema delle aziende che inquinano. Non servono misure affrettate ma è necessario affrettare il varo di misure concrete per contrastare la crisi climatica.

Le città che aderiranno allo sciopero sono tante e sono le seguenti:

  • Alessandria, piazza Marconi, ore 9
  • Ancona, Teatro delle Muse, ore 10
  • Andria, largo torneo, ore 9
  • Avellino
  • Aversa, piazza Municipio, ore 10
  • Aosta, arco di Augusto, ore 9
  • Arezzo, piazza della Libertà, ore 9
  • Asti, davanti al comune, ore 10
  • Bergamo, alle 7:30 Flash Mob in Piazzale Guglielmo Marconi
    m
    anifestazione statica in Piazza Vittorio Veneto, ore 11:30
    Flash Mob sulle mura, ore 15:30
  • Bologna, piazza Verdi, ore 9
  • Bolzano, piazza Tribunale | Gerichtsplatz, ore 11
  • Brescia, piazzale Arnaldo, ore 10
  • Brindisi, stazione, ore 8:30
  • Cagliari, piazza dei Centomila, ore 9
  • Casteddu (Cagliari), piazza dei Centomila, ore 9
  • Catania, piazza Teatro Massimo, ore 9
  • Catanzaro, piazza Matteotti, ore 9:15
  • Chieri, liceo Monti, ore 8
  • Chieti, piazzale Mazzini (Villa Comunale), ore 9:30
  • Comiso (Vittoria – RG), piazza del Popolo, ore 9
  • Cuneo
  • Cuveglio, palazzo Verbania, via Dante Alighieri 5 (Luino), ore 9
  • Ferrara, porta degli angeli, ore 9
  • Firenze, piazza S.Maria Novella, ore 9:30
  • Forlì, piazzale della Vittoria, ore 9
  • Frosinone
  • Genova, piazza Brignole, ore 9
  • Gorizia, parco della Rimembranza, ore 10
  • Lecce, piazza sant’Oronzo, ore 10
  • Lucca, piazzale Verdi, ore 9:30
  • Macerata, davanti ai cancelli, ore 9
  • Mantova, piazza Sordello, ore 10
  • Massa, davanti al comune, ore 9.30
  • Messina, piazza Duomo, ore 9
  • Milano, largo Cairoli, ore 9
  • Modena, parco cittadino Novi Sad, ore 18
  • Mogliano Veneto, skate park via Coielli, ore 8
  • Montecchio, parchi montecchiesi, ore 9:30
  • Monza, piazza Trento e Trieste, ore 9
  • Napoli, piazza Dante, ore 9
  • Novara, piazza Garibaldi, ore 8:30
  • Palermo, piazza Giuseppe Verdi, ore 9:30
  • Padova, piazzale stazione, ore 9
  • Pavia, piazza della Vittoria, ore 9:30
  • Parma, piazzale Rondani, ore 9
  • Perugia
  • Pescara, comune 8:30-10:30 e piazza Unione 10:45-12:30
  • Piacenza, piazza Cavalli, ore 9
  • Pisa, piazza Guerrazzi, ore 9
  • Prato, piazza delle Carceri, ore 9
  • Ravenna, piazza del Popolo, ore 9
  • Reggio Emilia, parco del popolo (giardini), ore 9:30
  • Rimini, parco Marecchia, ore 18
  • Roma, piazza Vittorio Emanuele, ore 9:30
  • Roseto degli Abruzzi
  • Sanremo, piazza Colombo, ore 10:30
  • Sassari
  • Schio, piazzale Summano, ore 8
  • Taranto
  • Torino, piazza Statuto, ore 9:30
  • Trento
  • Treviso, stazione dei treni, ore 9
  • Trieste, piazza verdi, ore 15
  • Udine, piazzale Cavedalis, ore 8
  • Varese, piazza Monte Grappa, ore 10
  • Venezia, piazzale Roma, ore 9
  • Verona, piazza Cittadella, ore 9:30
  • Viareggio, piazza Mazzini, ore 9
  • Vicenza, piazzale stazione, ore 9
  • Vimercate, piazza, ore 9.30 (26 settembre)

Inoltre, in questa occasione i Parents for Future Italia, in collaborazione con Fridays for Future Italia hanno organizzato la staffetta ciclistica Running for Future, che partirà da Roma domani 24 settembre, per arrivare, in 20 tappe che si snoderanno lungo la via Francigena, a Milano il 2 ottobre, giornata conclusiva della Pre-Cop26.

Con queste iniziative, i movimenti chiedono che siano rispettati gli Accordi di Parigi per restare entro 1,5°C di scostamento in modo da evitare conseguenze gravi per il Pianeta.

Secondo i calcoli dell’Ipcc – l’Intergovernmental Panel on Climate Change – abbiamo ancora circa 7 anni di tempo per riuscire a recuperare la situazione, modificando il nostro comportamento e riducendo le quantità di CO2 prodotte.

Se non lo faremo le conseguenze, oltre a esserer gravi, rischiano di essere irreparabili.

Condividi: