Home Imprese Sostenibili Un manifesto per la Cop26, dagli associati alla Chambre italo-francese

Un manifesto per la Cop26, dagli associati alla Chambre italo-francese

pubblicato il:
manifesto cci

Impegnarsi per contrastare la crisi climatica, con azioni dirette e decise: questo l’impegno di 11 aziende associate al Club Csr della Chambre italo-francese. È necessario, ribadisce il documento, un approccio d’impresa che sia anche etico e sostenibile

In occasione del Retour aux Affaires, momento che ha riunito alcuni degli associati alla Camera di commercio italo-francese – la Chambre – è stato presentato il Manifesto per la Cop26, un impegno a sostenere gli obiettivi Esg delle Nazioni unite, in vista della conferenza sul clima di Glasgow.

La Chambre – Cci France-Italie, istituzione privata di diritto italiano con sede a Milano, appartenente alla rete delle Camere di commercio e d’industria francesi all’estero – ha organizzato al suo interno quattro gruppi di lavoro su temi importanti, quali networking e scambio di esperienze, startup e innovazione, valorizzazione del talento femminile e mentoring, Csr e responsabilità sociale d’impresa.

Proprio alcuni degli associati al “club” della Csr – B&B Hotels, Bnp Paribas, Capgemini, Carrefour Italia, Cnp UniCredit Vita, Essilor Group, Gruppo Guillin, Havas Pr, Lactalis, Mazars e Roveda – hanno deciso di firmare un manifesto di Sostenibilità, alla vigilia della 26esima Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, per impegnarsi direttamente nel promuovere azioni concrete ed efficaci per l’ambiente.

Gli effetti drammatici e purtroppo già reali del cambiamento climatico, sono noti a tutti ed è indispensabile che le grandi aziende passino all’azione per garantire un’inversione di rotta. Il nostro obiettivo primario dev’essere quello di agire congiuntamente e con responsabilità, per contribuire in maniera costruttiva a uno sviluppo sostenibile e più attento alla comunità globale e alle generazioni future” conferma Denis Delespaul, presidente in carica di Cci France-Italie – Camera di Commercio.

Che continua auspicando che questo manifesto consenta alle aziende che vi hanno aderito di “faire savoir oltre che savoir faire” perché oltre all’azione, in questa epoca, è molto importante anche informare e formare le persone e le aziende a un modo diverso, migliore e più rispettoso, di consumare, lavorare, produrre.

La Chambre crede, infatti, fermamente nell’importanza di un approccio d’impresa che sia etico e sostenibile ma ritiene anche fondamentale che le aziende comprendano che le scelte di business attuate finora hanno prodotto effetti di utilizzo delle risorse superiori alla capacità di rigenerazione del Pianeta.

Il manifesto è il primo passo per un coinvolgimento più ampio dei membri della Camera di commercio, per generare in loro una visione a lungo termine che le porti a maturare scelte sostenibili e responsabili, capaci a loro volta di generare un modello di business in grado di produrre effetti positivi nell’immediato e nel futuro.

Condividi: