Home Imprese Sostenibili Tutti insieme per riciclare le capsule di caffè

Tutti insieme per riciclare le capsule di caffè

pubblicato il:
nespresso
Foto di Dominik Schraudolf da Pixabay

Nella giornata internazionale del caffè, nella nuova puntata di Pink&Green, parliamo con Chiara Murano, che in Nespresso Italia si occupa di sostenibilità, di positive cup, riciclo e investimenti in economia circolare.

La Sostenibilità è sempre una questione di comportamenti. Prendiamo l’uso delle capsule per bere un caffè: il problema potrebbe stare nel packaging (la capsula o la cialda di che materiale è?) e nel fine vita di questi prodotti (ovvero, una volta usati dove li conferisco?).

Quindi, dipende da noi, ma anche da chi produce le ricariche del caffè che usiamo. Nespresso ne sa qualcosa e sta facendo molto per rendere ogni tazzina bevuta una tazzina verde, o come dicono loro, una positive cup.

Il progetto è molto interessante, ampio e si scoprirà che è in piena visione di economia circolare. E, in casa Nespresso, non è una boutade dire che da un chicco di caffè può nascere un chicco di riso. E per far sì che questo fosse reatà sono stati investiti dal 2011 oltre 6 milioni di euro.

Così, oggi, primo ottobre, nella giornata internazionale del caffè, ne parliamo in questa nuova puntata di Pink&Green con Chiara Murano, che in Nespresso Italia si occupa di sostenibilità.

Insomma, dietro una capsula Nespresso c’è chi lavora per darle un fine vita rispettoso dell’ambiente. Si noterà come è fondamentale anche in questo caso la simbiosi industriale.

L’economia circolare non si fa mai da soli. In questo caso addirittura due aziende, concorrenti, si sono alleate,

All’interno dell’alleanza per il riciclo delle capsule in alluminio, troviamo Nespresso in partnership con illycaffè con l’obiettivo di consentire ai consumatori di riportare le capsule di caffè in alluminio esauste di Nespresso e illy, indifferentemente, nei punti vendita commerciali di entrambi i brand, con l’obiettivo di raggiungere oltre 1.500 tonnellate di capsule esauste in alluminio recuperate entro la fine del 2021, per oltre 100 tonnellate di alluminio da rimettere in circolo e un ulteriore incremento del +5% nel 2022.

Condividi: