Home Eco Lifestyle Verruche, i rimedi naturali per combatterle

Verruche, i rimedi naturali per combatterle

pubblicato il:
cura delle verruche
Immagine da Depositphotos

Rimedi naturali – a base di sostanze estratte dai rizomi della mela o dal tè verde – efficaci nella cura per le verruche: vediamo di cosa si tratta…

Le verruche sono infezioni della pelle causate da alcuni ceppi del papilloma-virus umano, sono molto comuni e hanno un rischio di recidiva molto alto, infatti sono molto difficili da eliminare.

Tra le sostanze utili per contrastarle ne esistono alcune di origine vegetale come la podofillina, ricavata dai rizomi della mela di maggio o le catechine presenti nel tè verde.

Il Podophyllum peltatum, noto come mela di maggio o mayapple, è una pianta originaria del continente americano. Tradizionalmente, veniva usata per diversi disturbi, in caso di vermi e parassiti intestinali a bassi dosaggi mentre come purgante a dosaggi più alti.

Il rizoma ha una resina, la podofillina che contiene sostanze chimiche note con il nome di podofillotossina. In commercio esistono preparazioni topiche a base di podofillotossina da quasi cento anni, attualmente vengono ancora prescritte per alcuni tipi di verruche.

L’azione tossica della molecola è mirata alla distruzione delle cellule infette e contemporaneamente la sostanza agisce sulla stimolazione della risposta immunitaria nella zona colpita dall’infezione, in modo da dare così all’organismo quella prontezza e risposta necessaria in caso di reinfezione.

Nel momento in cui la podofillotossina viene applicata, i primi risultati si riscontrano dopo 2-3 giorni dall’inizio del trattamento, possono, però, manifestarsi alcuni effetti quali arrossamento, prurito e dolore che rappresentano la conseguenza dell’azione distruttiva sulle verruche.

Anche le catechine presenti nel tè verde, in particolare l’epigallocatechinagallato, hanno un’azione antivirale e immunostimolante, utile a distruggere un tipo particolare di verruche, soprattutto nel caso di quelle genitali e anali.

Uno studio argentino, ha testato su 503 pazienti affetti da verruche ano-genitali l’efficacia di una pomata contenente l’estratto di tè verde: i pazienti l’hanno applicata per 3 volte al giorno per 16 settimane.

Il 53% del campione trattato era guarito totalmente dalle verruche rispetto al 37% del placebo, tale percentuale è stata più alta nelle donne che negli uomini.

La pomata a base di tè verde, è risultata anche molto più tollerabile e con minori effetti collaterali rispetto ai comuni trattamenti topici che vengono prescritti usualmente.

Attualmente, tale pomata, è in commercio e il suo uso è stato approvato nella cura delle verruche anali e genitali per pazienti con più di 18 anni.

Crediti immagine: Depositphotos

» Leggi tutti gli articoli di Coltivare la fitoterapia (#rimedinaturali)

Maria Anna Esposito Maria Anna Esposito: laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche alla Facoltà di Farmacia dell'Università Federico II di Napoli, farmacista con specializzazione in Fitoterapia e Aromaterapia. Fito-blogger. Esercita in libera professione attività di consulenza erboristica | e-mail | Instagram
Condividi: