Home Imprese Sostenibili Una linea di isolanti, termici e acustici, realizzati con materiali di riciclo

Una linea di isolanti, termici e acustici, realizzati con materiali di riciclo

pubblicato il:
isolanti termici e acustici
Immagine fornita da Primate

Edilizia più green: nella linea di isolanti acustici e termici R-evolution di Primate nascono due nuove linee di prodotto certificate e caratterizzate dalla presenza di materiale riciclato.

Quando si affronta il progetto di una ristrutturazione o una nuova costruzione è importante scegliere i materiali per l’isolamento delle superfici: parliamo allora di isolamento acustico a pavimento, perché il rumore che si trasmette da un piano all’altro dell’edificio è uno degli agenti che maggiormente influenza negativamente il comfort e il benessere psicofisico della persona, e di isolamento termico, perché ormai sono conosciuti al grande pubblico gli isolanti a cappotto, che migliorano le prestazioni energetiche degli edifici.

Primate Italia, azienda specializzata nella produzione di soluzioni per l’isolamento acustico e termico per il well-living, ha deciso di rinnovare la sua produzione e la sua immagine nell’ambito dell’isolamento acustico e termico in edilizia, attuando il principio delle tre R della green economy: riduci, riutilizza, ricicla.

Sono nati così i nuovi prodotti R-evolution, sia della linea Acustica sia di quella Termica, caratterizzati dall’utilizzo in varie percentuali di materie di riciclo e con la certificazione della filiera di produzione.

La percentuale di materia prima riciclata dei prodotti Primate R-evolution della linea Acustica varia dal 38% al 52%, posizionandosi quindi in certificazione B, mentre quella dei prodotti della linea Termica varia dal 15% (certificazione C) al 100% (certificazione A+).

Materiali isolanti con materiale riciclato

I nuovi prodotti sono stati certificati con ReMade in Italy, un ente internazionale che verifica il contenuto di riciclato e di sottoprodotti in un materiale o prodotto; è uno schema di tracciabilità, conforme al Codice Appalti e ai Cam (Criteri Ambientali Minimi), grazie al quale è possibile tener traccia dei flussi di materie nel processo produttivo, garantendo la trasparenza di tutte le operazioni effettuate.

Le certificazioni ottenute consentono a Primate Italia di ottenere crediti nei diversi protocolli di sostenibilità degli edifici, sia italiani sia internazionali, quali Leed, Breeam, Well e, quindi, di dare un sostegno concreto all’economia circolare.

Le novità nella linea di isolanti acustici

I prodotti della Linea Acustica R-evolution – materassini sottopavimento per l’isolamento dai rumori da calpestio – contengono il 93% di una speciale fibra riciclata di elevatissima qualità, appositamente studiata per essere utilizzata in accoppiamento al polietilene per l’isolamento acustico, denominata R-Pet.

L’ente Bureau Veritas ha certificato per ogni materiale accoppiato al polietilene la percentuale di materia prima seconda, secondo quanto indicato dal disciplinare tecnico dell’ente internazionale ReMade in Italy; inoltre Primate ha scelto di certificare anche l’intera gamma di isolanti acustici per la loro salubrità e l’assenza di sostanze nocive.

Le novità nella linea di isolanti termici

Per la linea Termica, Primate ha sviluppato prodotti certificati con presenza di materiale di riciclo dal 15% fino al 100%, così da garantire il doppio vantaggio del risparmio energetico e della riduzione di emissioni di CO2, sia nel processo di produzione del materiale stesso, sia nella resa del prodotto una volta realizzato l’edificio.

Tra questi in particolare, l’isolante a cappotto Vitanova 100 è una lastra stampata di colore grigio realizzata con il 100% di materia prima seconda Neopor Bmb by Basf interamente prodotta mediante fonti rinnovabili (metodo certificato da Redcert2).

I prodotti linea Termica sono realizzati utilizzando Neopor Bmbcert: con il metodo Biomass Balance (Bmb) by Basf, le fonti fossili primarie vengono completamente e interamente sostituite da fonti rinnovabili certificate (biomassa, appunto, come rifiuti organici e scarti di produzione) fin dall’inizio della filiera.

Primate nasce dall’esperienza cinquantennale di Mpe, azienda con sede a Costa di Mezzate (Bg), dal 1970 specializzata nella trasformazione e lavorazione delle materie plastiche quali Eps, Pe, Pp in molteplici settori, tra cui isolamento termico e acustico, automotive, componenti tecnici, alimentare.

Il fatturato annuo del gruppo ha superato i 28 milioni di euro e in totale impiega più di 80 dipendenti. Oltre al brand Primate, fanno parte del gruppo Mmp anche Mpe Polypropylene Division, Dampe, Domogel e Limar.

» Leggi tutti gli articoli di Progettare sostenibile (#edificiNzeb)

Cristina MolteniCristina Molteni: Laureata in architettura al Politecnico di Milano, si occupa di progettazione e di direzione lavori, con particolare attenzione agli edifici Nzeb e alle caratteristiche ecosostenibili dei materiali; svolge studi di fattibilità per lo sviluppo e la riqualificazione urbanistica | Linkedin
Condividi: