Home Smart City Metti un tetto verde sopra la tua testa: l’esempio di Rotterdam

Metti un tetto verde sopra la tua testa: l’esempio di Rotterdam

pubblicato il:
green rooftop

Sfruttare i tetti per far crescere verde, biodiversità ma anche la produzione di energie rinnovabili in città. L’esempio di Rotterdam ci può aprire la mente verso una trasformazione sostenibile delle nostre città, partendo dai tetti…

I rooftop di Rotterdam sono una grandiosa occasione per lavorare sulla biodiversità, sullo stoccaggio di CO2, sull’incremento della produzione di energie da fonti rinnovabili ma anche, come ci racconta Léon Van Geest, direttore dei Rotterdam Rooftop Days, un’occasione per fare incontrare le persone.

In città ci sono oltre 80 chilometri quadrati di tetti che potrebbero venire trasformati in green rooftop; di questi, oggi, soltanto il 3% viene in qualche modo utilizzato come parco verde o per l’installazione di pannelli fotovoltaici.

Un progetto che ha una visione di 3/5 anni e che prevede la piantumazione di piantine in fase di crescita – perché anche loro devono ambientarsi e crescere naturalmente in questi ambienti.

Il progetto di creare i tetti verdi non è soltanto mediatico: a Rotterdam il dipartimento comunale ha investito seriamente in questa iniziativa e conta infatti cinque persone, che si occupano a tempo pieno dei tetti verdi.

Sarà per questo che, oltre all’appoggio finanziario del Life Urban Roofs, si contano oltre 18,5 km di tetti verdi in città.

Inevitabile, quindi, anche un festival a tema: il Rotterdam Rooftop Walk (organizzato dal 26 maggio al 24 giugno – qui maggiori informazioni) che permetterà ai visitatori di camminare senza stancarsi su una passerella sospesa che permetterà di spostarsi da un tetto verde all’altro, tra un edificio all’altro, sopra le strade operose della città.

Rooftop City

Ma l’attività green sui tetti di Rotterdam nno finisce qui. Piacciono così tanto le piattaforme verdi sui tetti cittadini che anche un teatro storico come il De Doelen ha organizzato un attraversamento green (sarà inaugurato entro giugno).

Le piante faranno da cornice al muro ricoperto di rame: altra bella peculiarità di questo immenso teatro che si affaccia su una piazza ancora molto artificiale (ma chissà anche questa a poco potrebbe cambiare veste).

Ovviamente i tetti verdi hanno la prerogativa di raccogliere l’acqua piovana che può essere usata per irrigare o per servizi secondari (non è potabile).

Infine, là dove possibile, sarà prodotta energia sostenibile attraverso l’installazione di pannelli fotovoltaici. Una visione green e sostenibile in un Paese come l’Olanda che non è certo celebre per il sole…

green rooftop - biodiversità

L’innovazione in ambito sostenibile non scoraggia cerrto gli investimenti edili, come spiega Léon Van Geest, che racconta come, sia stato concesso anche il permesso di costruire il primo rooftop village di Rotterdam.

Una soluzione insolita certamente ma visionaria e dedicata a coppie giovani che cercano un ambiente eco-friendly dove fare famiglia. Ambiente ed economia, visto che gli olandesi – celebri per essere abili commercianti – stanno riconvertendo le aree una volta degradate per costruire queste soluzioni abitative ecologiche con un occhio anche al valore immbiliare.

Per esempio – è sempre Léon a spiegarlo – i rooftop consentono di creare livelli di ingresso differenti agli appartamenti aumentandone il valore, visto che qui quelli con la porta di ingresso sulla strada sono più pregiati.

Condividi: