Home Eventi Calendario dei prossimi eventi a contatto con la Natura

Calendario dei prossimi eventi a contatto con la Natura

pubblicato il:
eventi nella natura
Immagine da Depositphotos

In tutta Italia tornano gli eventi che ci mettono in contatto con la Natura. Ve li abbiamo selezionati: segnateveli in calendario per non perderli…

Si allarga l’aria e aumenta la nostra voglia di natura. Spazi verdi, orti, orti botanici: per fortuna il calendario di eventi e appuntamenti si fittisce. Ve li abbiamo selezionati.

A Milano il Museo Botanico Aurelia Josz in Via Rodolfo Margaria (zona Niguarda) fino al 29 giugno prevede aperture straordinarie per divulgare l’importanza delle biodiversità della flora, del paesaggio urbano e della Pianura Padana.

Si possono così prenotare visite guidate, attività ludiche, installazioni artistiche con studenti dell’Accademia di Brera, mostre d’arte, giornate dedicate al giardinaggio oltre a incontri sul mondo vegetale e animale per un viaggio alla scoperta della biodiversità urbana.

Il Museo Botanico Aurelia Josz è un osservatorio, un laboratorio in evoluzione che si espande su 24mila mq che produce cultura e stimoli, dedicato alla scoperta della vita vegetale, all’educazione naturalistica e al rispetto del verde pubblico.

Ne sono protagonisti gli ecosistemi spontanei della Pianura Padana, la loro biodiversità, la loro interazione con l’ambiente urbano, oltre all’agricoltura, mondiale e lombarda, alla sua storia che parla delle relazioni fra umani, mondo vegetale e territorio.

Il museo è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici (tram 4 e 5, autobus 51 e 83, MM3 Dergano e Maciachini).

Eventi nella Natura tra Firenze e Pistoia

Il verde che fa bene alla salute. Se ne discute in un ciclo di incontri dedicati a La cura attraverso le piante, promossi da Fondazione Santa Maria Nuova e Mati 1909 per presentare modelli di integrazione tra le terapie mediche e farmacologiche tradizionali e i benefici della natura nella salute delle persone.

Quattro gli appuntamenti a Firenze e Pistoia, dal 5 al 28 maggio. Durante gli eventi sono in programma dibattiti, ma anche visite guidate all’orto terapeutico dell’azienda Mati 1909, al percorso museale dell’Ospedale di Santa Maria Nuova, e al suo orto medico, esistente fin dalla fondazione della struttura e ricostruito nel 2017.

Le piante possono essere un valido aiuto per il benessere generale della persona e anche nella cura di alcune malattie, in supporto alle terapie mediche e farmacologiche” afferma Giancarlo Landini, presidente della Fondazione Santa Maria Nuova.

Anche solo circondarsi di verde e stare a contatto con la natura, sappiamo quanto possa far bene. Questo ciclo di incontri ci permette di approfondire il tema e conoscere i segreti del mondo delle piante“.

Eventi a Parma

All’Orto Botanico dell’Università di Parma una serie di incontri organizzati dall’ateneo con il supporto dell’Associazione Amici dell’Orto Botanico e dedicati ai molti punti di vista che le piante offrono e da cui possono essere osservate.

È la proposta di Mercoledì… Orto che parla, appuntamenti dedicati alla collezione di piante succulente, la più rilevante tra quelle ospitate in via Farini, ad aspetti paesaggistici, alla corretta gestione del patrimonio arboreo di giardini e città, alla vita inusuale delle piante acquatiche e alle bizzarrie di alcune specie ornamentali molto amate come Iris e Peonie.

Ecco il calendario preciso:

  • 4 maggio – Il sistema vascolare e l’architettura di chiome e radici degli alberi. Con Piergiorgio Barbieri (arboricoltore)
  • 11 maggio – Il giardino in tutte le stagioni. Con Ivano Fieni (ingegnere paesaggista)
  • 18 maggio – Meraviglie Botaniche: la vita acquatica delle piante. Con Rossano Bolpagni (Università di Parma)
  • 25 maggio – Ibridi, chimere, mosaici: questi sconosciuti! Iris e peonie come esempi. Con Angelo Bolchi (Università di Parma) e Giovanni Mantovani (Chiesi Farmaceutici)

Gli incontri, gratuiti, si svolgeranno alle 18 del mercoledì in via Farini 90. La capienza massima prevista è di 40 persone, gli interessati si possono prenotare scrivendo a [email protected]

Eventi in provincia di Piacenza

Gli appassionati di asparagi e di ortaggi non possono perdere il 7 e l’8 maggio 2022 l’evento Asparago nel Parco, negli spazi del Parco Raggio di Pontenure (Pc).

Sempre a Pontenure, ma tra gli scenari dell’antico Castello di Paderna, il 14 e il 15 maggio 2022 c’è un’edizione speciale della rassegna I Frutti del Castello, una delle manifestazioni più longeve d’Italia dedicate al florovivaismo, con circa 60 espositori provenienti da tutta la penisola, per due giorni totalmente dedicati all’arte di creare e allestire i giardini.

Diversi anche gli eventi collaterali: passeggiate botaniche, talk con professionisti delle tecniche per fare il giardino, consigli utili e laboratori di giardinaggio, visite guidate, picnic box ricco di specialità emiliane da degustare all’aria aperta.

Un altro splendido maniero, il Castello Malaspina che dall’alto domina Bobbio (PC) uno dei Borghi più Belli d’Italia, è lo scenario dell’evento Castello in Fiore, il 28 e 29 maggio 2022: una mostra mercato di piante, fiori, artigianato e alimentazione naturale, una divertente festa di colori, profumi e sapori, nel cuore della splendida Val Trebbia.

Eventi a Pisa

Ogni terzo sabato del mese una visita guidata all’Orto Botanico dell’Università di Pisa per scoprire le preziose collezioni vegetali.

Gran parte del pubblico visita in autonomia la nostra struttura, ma il livello di fruizione derivante da una visita autonoma non è paragonabile all’esperienza che può essere garantita da una visita guidata dai nostri comunicatori botanici – raccota Lorenzo Peruzzi, direttore dell’Orto e Museo Botanico – Proprio per questo motivo abbiamo pensato di lanciare dallo scorso febbraio i sabati botanici. Il terzo sabato di ogni mese offriremo, a un numero limitato di persone, la possibilità effettuare una visita guidata con tematica calibrata su quanto di meglio può offrire l’Orto e Museo Botanico in quel momento“.

Il costo della visita, che partirà con un minimo di 6 partecipanti paganti, è 8 euro a persona (gratuito sotto i 6 anni).

Eventi al Castello di Miradolo (Torino)

Oltre il Giardino. L’abbecedario di Paolo Pejrone, la mostra che segue il corso delle stagioni, che accompagna il trascorrere del tempo, che muta prospettive, colori, luci e ombre, come un giardino è prorogata fino al 26 giugno.

Il progetto espositivo, distribuito nelle sale storiche del Castello e nei sei ettari del parco all’inglese che lo circondano, è stato immaginato come un cammino ideale lungo un anno, dall’estate 2021 alla primavera 2022, dove le opere in mostra cambiano con il variare delle stagioni.

Nella sua inedita e ultima veste, quella primaverile, sono esposti nuovi modelli e disegni pomologici di fragole, albicocche, mele e pere, in tema con la stagione, di Francesco Garnier Valletti, ultimo ineguagliato modellatore e riproduttore di frutti artificiali, artigiano, artista e anche scienziato, e il Tappeto natura – Cavolo canario di Piero Gilardi.

I tappeti natura riproducono fedelmente scenari naturali con intento ironico e polemico: l’artista prende spunto dalla pop art statunitense, in particolare le creazioni di Claes Oldemburg, per denunciare l’intervento dell’uomo che ha trasformato la natura in realtà asettica e del tutto artificiale.

Tra il lago Maggiore e quello d’Orta

Si terrà a giugno il Cross Festival 2022, la rassegna diffusa dedicata alle arti performative.

Il tema rapporto uomo-ambiente e la valorizzazione del patrimonio naturalistico attraverso la performance sono centrali per quest’edizione del festival: Be The Change è il titolo che guida Cross Festival 2022 attraverso una programmazione suddivisa su due territori in due fasi temporali: la prima parte del Festival a Verbania (VCO) dall’8 al 12 giugno 2022 e la seconda parte sul Lago d’Orta, tra Ameno e Orta San Giulio (NO), dal 17 giugno al 2 luglio 2022.

Anche quest’anno Ricola è sponsor dell’iniziativa supportando, in particolare la realizzazione e gli artisti dello spettacolo Botanica, in programma il 10 giugno, realizzato dal collettivo Deproducers e guidato dal filosofo della biologia Telmo Pievani.

All’Oasi Zegna (Biella)

Nel mese di maggio e di giugno tornano le incredibili fioriture dell’Oasi Zegna con passeggiate guidate nella splendida Conca dei Rododendri, luogo iconico che in questo periodo dell’anno esplode dando vita a una vera e propria tavolozza di colori, una miscellanea di tinte del rosa, del rosso, del giallo e del lilla, incredibile quinta naturale che è sfondo ideale per camminate esperienziali.

In autonomia o accompagnati dalle guide esperte di OverAlp, che offrono informazioni sulle caratteristiche e sulle curiosità legate al fenomeno delle fioriture, le passeggiate fiorite sono il momento ideale per immergersi nella natura.

A un’ora e mezza da Milano e Torino, l’Oasi Zegna in questo periodo si veste di molteplici volti, uno più suggestivo dell’altro: la parte bassa (che parte da Trivero Valdilana a circa 800 mt.) accoglie le fioriture primaverili, mentre la parte alta (attorno ai 1400 mt.) si risveglia definitivamente dall’inverno con bucaneve e narcisi.

Questa è la stagione più emozionante e la Strada Panoramica Zegna diventa il collegamento tra le tante esperienze da vivere sul territorio come appunto la visita, guidata o in autonomia, della Conca dei Rododendri appena sopra Trivero Valdilana, sede ancora oggi del Lanificio Zegna e di Casa Zegna, archivio storico e polo museale.

Condividi: