Home Smart City Le nuove misure per migliorare la qualità dell’aria di Regione Lombardia

Le nuove misure per migliorare la qualità dell’aria di Regione Lombardia

pubblicato il:
qualità aria lombardia
Immagine da Depositphotos

Regione Lombardia ha confermato l’avvio di una serie di misure per il contrasto all’inquinamento dell’aria in Lombardia; ripristinate alcune delle misure interrotte a caua della pandemia sanitaria.

Limitare le emissioni dei veicoli più inquinati, senza impedire la mobilità e guardando alle esigenze di chi non riesce a cambiare l’auto: è questo l’obiettivo dell’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo.

Le disposizioni si basano sul progetto di monitoraggio della regione – Move-In (monitoraggio dei veicoli inquinanti) – che permette ai cittadini che fanno un uso limitato dei veicoli più inquinanti di ottenere una deroga chilometrica differente limitazione alla circolazione basata sul reale utilizzo del veicolo.

Visto il momento terribile – pessima qualità dell’aria che porta a migliaia di morti premature, siccità, cambiamenti climatici, crisi energetica – sarebbe stato il caso di fare scelte impopolari e coraggiose per risolvere il problema e anticipare una transizione ecologica sempre più urgente e necessaria.

Le disposizioni per il miglioramento della qualità dell’aria in Lombardia

Ecco, nel dettaglio, le misure prese dalla giunta regionale lombarda.

Le limitazioni per i veicoli Euro 4 diesel saranno attive nel semestre invernale (dal 1° ottobre al 31 marzo) nei comuni di Fascia 1 (209 Comuni) e nei Comuni con più di 30.000 abitanti di Fascia 2 (Abbiategrasso Lecco, San Giuliano Milanese, Varese, Vigevano).

Per i veicoli Euro 4 diesel che aderiscono al servizio Move-In, le limitazioni permanenti sono estese a tutto l’anno, per consentire il monitoraggio delle percorrenze in modo continuativo in relazione al rispetto delle soglie annuali assegnate.

Vengono confermate le soglie chilometriche Move-In per i veicoli Euro 4 diesel sulla base degli scenari emissivi, pari a 8.000 km/anno per i veicoli di categoria M1 (veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti) e M2 (veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere) e 10.000 km/anno per i veicoli di categoria N1, N2, N3 (trasporto merci) e M3 (veicoli destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere e con una massa oltre le 5 tonnellate).

Anche il Comune di Milano si avvale del servizio Move-In applicato ad Area B già dal 1° ottobre 2021. Dal 1° settembre potranno aderire al servizio sulla piattaforma regionale Move-In, oltre ai veicoli Euro 4 diesel, anche veicoli Euro 2 benzina e Euro 5 diesel che intendono aderire al servizio applicato all’Area B del Comune di Milano.

Le soglie chilometriche annuali per i nuovi veicoli limitati dal 1° ottobre 2022 all’interno dell’area B, sono pari a 2.000 km per i veicoli Euro 5 diesel, 1.800 km per i veicoli Euro 4 diesel (sono una parte della soglia chilometrica totale) e 600 km per i veicoli Euro 2 benzina.

È prevista una deroga temporanea dall’applicazione delle nuove limitazioni per i veicoli di classe Euro 4 diesel i cui proprietari risultino in possesso di un contratto di acquisto, datato antecedentemente al 1° ottobre 2022, per la sostituzione del veicolo limitato, fino alla consegna del nuovo veicolo e comunque non oltre al 31 marzo 2023.

Per quanto riguarda i veicoli Euro 4 diesel appartenenti alla categoria degli operatori del commercio ambulante sono state definite nuove tempistiche di adesione per i servizi Move-In: avranno tempo fino al 31 ottobre 2022 per registrarsi sulla piattaforma dedicata e ottenere i servizi aggiuntivi che prevedono una soglia chilometrica cumulativa su tre anni.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: