Home Agricoltura 4.0 L’irrigazione intelligente, per controllare la quantità di acqua fornita alla piante

L’irrigazione intelligente, per controllare la quantità di acqua fornita alla piante

pubblicato il: - ultima modifica: 10 Ottobre 2022
irrigazione a goccia
Immagine da Depositphotos

Molti sperano che la siccità di quest’anno rimanga un caso sporadico, ma per la comunità scientifica questo fenomeno è uno dei tanti legati al cambiamento climatico in corso.

L’acqua sta diventando una risorsa sempre più preziosa, specialmente per l’agricoltura che adesso deve programmare il futuro, adottando soluzioni in grado di coniugare risparmio idrico ed efficienza.

Fortunatamente la risposta a questo problema c’è già: è l’irrigazione intelligente (o smart). Questa rientra nell’ambito dell’agricoltura di precisione e consente di controllare in modo preciso la quantità di acqua fornita alle piante, in modo da avere sempre l’apparato radicale ben idratato, ma senza sprecare nemmeno una goccia di questa risorsa.

Per esempio, attraverso l’irrigazione a goccia si può risparmiare il 50 percento e oltre di acqua rispetto ai sistemi tradizionali. È oggi possibile ottenere questo risultato grazie a realtà come Paessler, azienda specializzata nel monitoraggio di rete, che ha studiato, attraverso il team New Product Innovation, soluzioni per rendere l’irrigazione intelligente di facile installazione, efficace ed efficiente.

Un sistema di irrigazione a goccia è composto da sensori in grado di leggere le condizioni del terreno e attivare l’impianto per far arrivare la giusta quantità di acqua, con il minimo intervento umano e con il minor dispendio di energia.

Per questo Paessler utilizza commissioni Lpwan (Low power wide area network) a risparmio energetico per collegare i sensori alla console di monitoraggio centrale: è in grado di garantire collegamenti su lunghe distanze con bassi consumi di energia e quindi costi operativi contenuti.

I sensori utilizzati permettono di raccogliere dati dal suolo, come umidità e saturazione di fertilizzanti, oltre a dati atmosferici (precipitazioni, temperatura, vento).

Più dati si ottengono più la gestione dell’irrigazione diventa precisa ed efficace: se è in arrivo una precipitazione è inutile irrigare.

Resta sempre possibile programmare sessioni di irrigazione in modo indipendente dai sensori e stabilire a priori quando avviare l’impianto e, soprattutto, quando non deve assolutamente essere attivo.

Tutta l’infrastruttura viene costantemente monitorata da Paessler, forte della propria esperienza nel monitoraggio degli edifici, così da poter attutare una manutenzione predittiva e riuscire a intervenire prima del guasto o della eventuale perdita.

Riuscire a prevenire i problemi contiene di molto i costi, basterebbe pensare a cosa succederebbe se si verificasse una perdita all’interno dell’azienda agricola, con conseguente inondazione di un campo o di un edificio.

L’importanza di attuare progetti di agricoltura di precisione e di irrigazione intelligente si evince in modo chiaro da quello che hanno vissuto gli agricoltori quest’anno.

Ci sono colture che non possono usufruire dei vantaggi di una irrigazione a goccia, ma molte altre sì, specialmente quelle orticole, quelle in serra e gli alberi da frutto e non solo.

Secondo fonti Fao negli ultimi 20 anni le riserve idriche sono diminuite del 20 percento e il settore agricolo assorbe circa il 70 percento di queste risorse.

Per permette all’agricoltura di essere sostenibile e garantire un accesso sicuro all’acqua a tutti diventa perentorio ripensare a come utilizzarla, ottimizzandone l’uso.

Naturalmente l’irrigazione intelligente è solo un tassello in un discorso più ampio, ma diventa necessaria in certe situazioni per contrastare la costante diminuzione di questa vitale risorsa.

» Leggi tutti gli articoli di Future Agricolture (#futureagricolture)

Maurizio Ferrari Maurizio Ferrari: giornalista professionista, curioso e vuole scoprire sempre come funzionano le cose. Amante della buona tavola, cuoco dilettante con diploma di sommelier. Esperto di comunicazione e fotografo per hobby | Linkedin
MyPlant» Myplant & Garden - international Green Expo è la più importante manifestazione professionale dell'orto-florovivaismo, del paesaggio e del garden in Italia. Punto di riferimento del mercato italiano e protagonista di primo piano di quelli internazionali, la fiera è promotrice della cultura del verde, dell'economia circolare, della tutela ambientale e della progettazione green.
Condividi: