Home Green Jobs Con le energie rinnovabili oltre 12 milioni di posti di lavoro a...

Con le energie rinnovabili oltre 12 milioni di posti di lavoro a livello mondiale

pubblicato il:
energie rinnovabili
Immagine da Depositphotos

A coloro che si dicono preoccupati della perdita di posti di lavoro dovuti alla transizione energetica ed ecologica rispondono i dati del rapporto Renewable Energy and Jobs: Annual Review 2022 di Irena.

La crisi economica e politica non impedirà una forte crescita di posti di lavoro nel settore delle energie rinnovabili: è quanto afferma il rapporto Renewable Energy and Jobs: Annual Review 2022 di Irena che, dati alla mano, mostra come lo scorso anno l’occupazione Green a livello mondiale abbia raggiunto 12,7 milioni di unità, con oltre 700.000 nuovi posti di lavoro in un anno.

L’energia solare è il settore che è maggiormente cresciuto nel 2021, garantendo 4,3 milioni di posti di lavoro, ovvero più di un terzo dell’attuale forza lavoro globale nel settore delle energie rinnovabili.

Per Francesco La Camera, direttore generale di Irena, “Di fronte a numerose sfide, i posti di lavoro nelle energie rinnovabili si confermano resistenti e hanno dimostrato di essere un motore affidabile per la creazione di occupazione“.

Il rapporto, pubblicato in collaborazione con l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (Oil) mostra infatti un numero crescente di Paesi che sta creando posti di lavoro nel settore delle rinnovabili.

Quasi due terzi di tutti questi posti di lavoro sono in Asia. La Cina da sola rappresenta il 42% del totale globale, seguita da Europa e Brasile con il 10% ciascuno e da Usa e India con il 7% ciascuno.

L’Europa produce circa il 40% dell’energia eolica mondiale ed è il più importante esportatore di attrezzature correlate; inoltre sta tentando di ricostituire la sua industria di produzione del solare fotovoltaico, nonostante la Cina sia il principale produttore e installatore di pannelli solari fotovoltaici.

Il rapporto mette in luce che l’espansione delle energie rinnovabili deve essere sostenuta con pacchetti di politiche complete, comprendenti la formazione dei lavoratori, per garantire posti di lavoro dignitosi, di alta qualità, ben retribuiti e diversificati.

Al di là dei numeri, esiste una crescente attenzione per la qualità dei posti di lavoro e le condizioni di lavoro nel settore delle energie rinnovabili, per garantire un’occupazione dignitosa e produttiva.

La quota crescente di occupazione femminile suggerisce che le politiche e la formazione dedicate possono migliorare in maniera significativa la partecipazione delle donne alle occupazioni nel settore delle energie rinnovabili, l’inclusione e, in ultima analisi, il raggiungimento di una transizione giusta per tutti” ha dichiarato il direttore generale dell’Oil, Guy Ryder.

Il testo completo del rapporto Renewable Energy and Jobs: Annual Review 2022 è disponibile online.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: