Home Imprese Sostenibili Sostenibilità: su 33 indicatori l’Italia ha fatto progressi solo su 2 obiettivi

Sostenibilità: su 33 indicatori l’Italia ha fatto progressi solo su 2 obiettivi

pubblicato il:
scuola dello sviluppo sostenibile

Malino, anzi male: l’Italia nell’ultimo biennio non ha fatto progressi nel cammino verso gli obiettivi di sostenibilità. Il rapporto Asvis 2022 mostra infatti che solo in 2 indicatori su 33 si sono fatti passi avanti negli utlimi due anni.

Il nostro Paese no progredisce nel percorso verso gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite: secondo il Rapporto Asvis 2022 l’Italia ha registrato nell’ultimo biennio progressi soltanto per due Goal (7 e 8 – energia pulita e lavoro dignitoso), mentre per altri due (2 e 13 – lotta alla fame e contrasto del cambiamento climatico) viene confermato il livello del 2019.

Per tutti i restanti Goal dell’Agenda 2030 (1, 3, 4, 5, 6, 9, 10, 15, 16 e 17) il livello registrato nel 2021 è al di sotto di quello del 2019, a conferma del fatto che il Paese non ha ancora superato gli effetti negativi causati dalla crisi pandemica.

A causa della mancanza di dati, i Goal 11, 12 e 14 non sono analizzati fino al 2021.

Nonostante la ripresa registrata nell’ultimo biennio, caratterizzato dalla caduta e dal rimbalzo dell’economia causati dalla pandemia, gli indicatori di sostenibilità dell’Italia, in particolare quelli sociali e ambientali, sono in peggioramento – ha affermato la presidente dell’ASviS Marcella MallenPer sottolineare questa situazione di emergenza abbiamo rappresentato i dati del Rapporto usando quattro frecce, relative alle quattro dimensioni della sostenibilità, ambientale, economica, istituzionale e sociale.

Dal 2019 al 2021 registriamo un aumento delle disuguaglianze di reddito, una crescente difficoltà del sistema sanitario di rispondere alle esigenze dei cittadini, specialmente dei più deboli e un arretramento degli indicatori ambientali, in particolare quelli sul consumo di suolo e sulla gestione delle risorse idriche.

L’urgenza di costruire un modello di sviluppo realmente sostenibile ci impone di dare una svolta radicale al nostro modo di abitare la Terra e a impegnarci per diffondere un benessere condiviso e durevole, come indicato dall’Agenda 2030“.

Asvis non si limita però a notificare la nostra arretratezza nella strada verso gli obiettivi dell’Agenda 2030, ma propone con le Dieci idee per un Italia sostenibile la sua ricetta per recuperare terreno:

  1. assicurare la coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile
  2. disegnare il futuro partendo dal presente
  3. promuovere giustizia, trasparenza e responsabilità
  4. integrare la sostenibilità nel funzionamento del Parlamento
  5. rendere più sostenibili ed equi i territori
  6. impegnarsi per la giusta transizione ecologica
  7. ridurre tutte le disuguaglianze
  8. non lasciare indietro nessuno
  9. tutelare la salute con un approccio integrato
  10. garantire diritti e pace, rafforzare cooperazione e democrazia

Il Rapporto Asvis 2022 è disponibile per la consultazione online.

Condividi: