Home Agricoltura 4.0 Avocado biologico e sostenibile, un progetto agro-alimentare italiano

Avocado biologico e sostenibile, un progetto agro-alimentare italiano

pubblicato il:
avoca biologico - progetto persea
Immagine da Depositphotos

Un progetto agro-forestale interamente sviluppato nel nostro Paese da Persea, con 400 ettari di terreni che si estendono tra Sardegna e Calabria, per la coltivazione di avogado biologico, che genera crediti di sostenibilità tokenizzati tramite la tecnologia blockchain.

Produrre in Italia un avogado biologico e sostenibile di qualità e a filiera corta nel rispetto della biodiversità dell’ecosistema.

È quanto si propone Persea Italia, una nuova azienda agricola che ha iniziato a coltivare il suo avogado in Sardegna (nella zona di Ussana, in provincia di Cagliari) e in Calabria (nella zona di Corigliano Calabro, in provincia di Cosenza).

Il progetto sarà in grado di contribuire alla rigenerazione di 400 ettari di terreni originariamente gestiti a monocoltura di mais e cereali, valorizzandone la biodiversità nella salvaguardia di specie animali e vegetali.

Nei campi sono presenti 15mila piante di ulivo e verranno disposte 1.500 arnie dove troveranno casa oltre 75 milioni di api: inoltre più del 30% della superficie è interessata da flora spontanea, riforestazioni e aree umide con siepi naturali, boschi e laghetti.

Monitoraggio delle coltivazioni e stoccaggio permanente di CO2 nel suolo

L’approccio rigenerativo – affiancato da un uso mirato di tecnologie all’avanguardia che consentono il monitoraggio delle coltivazioni per un corretto utilizzo delle risorse, evitando sprechi – permette una coltivazione a basso impatto ambientale, con il ripristino della fertilità del suolo e la riduzione del consumo di acqua.

I terreni sono inoltre arricchiti con compost e biochar che in breve tempo si autoriprodurranno al fine di stoccare CO2 nel suolo in maniera permanente, ridurre il consumo idrico e ricreare un habitat naturale per i microrganismi.

Inoltre vengono utilizzate colture di copertura (cover crop) arricchite di fiori per attrarre impollinatori, per fissare l’azoto riducendo l’utilizzo di fertilizzanti.

Sistemi idraulici innovativi per garantire un’impronta idrica neutra

Quello goccia a goccia è il sistema scelto da Persea per l’irrigazione, che assicura una riduzione del consumo di acqua del 30%.

Grazie a innovativi sistemi idraulici viene inoltre garantita un’impronta idrica neutra, reimmettendo in falda l’acqua consumata a scopo agricolo.

In Sardegna non piove d’estate ma d’inverno la pioggia è abbondante – ci spiega Paolo Frigati, fondatore dell’azienda agricola – Da un fiume che passa all’interno dell’azienda noi preleviamo l’acqua che in inverno va al mare distante una decina di chilometri e la mettiamo in falda avvalendoci di due differenti tecnologie.

Una più lenta che si basa sulla fitodepurazione per cui l’acqua viene fatta assorbire da un’ampia porzione di terreno allo scopo dedicato e filtrata dalle radici che trattengono lo sporco prima di farla confluire in falda.

Ma ciò non sarebbe sufficiente data la conformazione geologica del terreno della Sardegna, per cui abbiamo anche investito nella realizzazione di un pozzo che funziona al contrario, cioè preleva l’acqua dal fiume e con un sistema idraulico la spinge nella falda.

Ciò serve anche a previene il fenomeno del ritiro delle falde che si sta verificando oggi in Sardegna con il rischio di contaminazione da parte dell’acqua salata proveniente dal mare con tutto quello che ne conseguirebbe“.

Un modello di business che si basa su crediti di sostenibilità tokenizzati

Aspetti innovativi riguardano anche il modello di business su cui si basa il progetto. I benefici ambientali dello stesso sono trasformati in crediti di sostenibilità e questi ultimi a loro volta, essendo titoli negoziabili, in token e commercializzati su tecnologia blockchain che ne permette la tracciabilità e ne garantisce la trasparenza.

I token possono essere così acquistati da stakeholder e da aziende per rendicontare il sostegno a progetti che generano benefici ambientali quantificati, contribuendo alla salvaguardia dell’ambiente italiano.

Ogni token Persea sarà identificato nello spazio e avrà una durata nel tempo stabilita, assicurando a chi acquista che uno stesso “certificato” non possa essere venduto più volte.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: