Home Eco Lifestyle Una vela per la rinascita: pronte a riprendere il largo

Una vela per la rinascita: pronte a riprendere il largo

pubblicato il: - ultima modifica: 31 Gennaio 2023
una vela per la rinascita

A casa, o meglio in barca del progetto Una vela per la rinascita, velaterapia con approccio multidisciplinare dedicata alle donne, fervono i preparativi per le attività in barca a vela della prossima stagione.

Una vela per la rinascita offre a donne che hanno attraversato o stanno attraversando un periodo complesso della propria vita a causa di patologie o maltrattamenti, la possibilità di fare un percorso di velaterapia su barche da crociera di 10-15 metri.

Alla vita in barca e a un piccolo corso di introduzione alla vela si affiancano la fisioterapista e la nutrizionista che forniranno alle partecipanti nuovi strumenti per imparare a stare meglio e a prendersi cura di sé.

Le sessioni, che possono essere di uno o di più giorni consecutivi, si svolgono a partire dalla base di Marina di Carrara e all’Isola d’Elba e le donne selezionate vengono ospitate e accedono al programma gratuitamente.

Per la primavera estate 2023 Asd Mad – Mure a dritta, associazione sportiva promotrice del progetto ha predisposto un primo calendario e i membri del team stanno già creando gli equipaggi.

Le iscrizioni sono già aperte, sarà sufficiente compilare l’apposito modulo online per fare richiesta di partecipazione.

Le nuove attività sono state presentate in anteprima il 30 novembre al Club Nautico di Marina di Carrara nel corso di un aperitivo offerto dall’associazione alle donne iscritte al programma e gli amici e ai sostenitori che hanno consentito la crescita del progetto Una vela per la rinascita.

Una serata gioiosa, durante la quale Silvia Landi, presidente di Asd Mad e fondatrice di Una vela per la rinascita ha voluto ringraziare tutte le amiche e gli amici presenti.

Un ringraziamento particolare a Roberta Crudeli – vicesindaca di Carrara e presidente del Volto della Speranza che per prima ha sposato il progetto ancora nell’autunno 2021, all’assessore Moreno Lorenzini, Angelo Zubbani, al presidente e ai dirigenti del Club Nautico di Marina di Carrara – base delle attività dell’associazione, le aziende e gli enti che credono e sostengono il progetto: Gruppo Unipol, Ambiente, Rotary Club Carrara e Massa, The Italian Sea Group, Tecnel, Fondazione Cassa di risparmio di Carrara, Fabi, Il volto della speranza Onlus, Cantine Ramarro, Green Planner Magazine, I profumi del marmo, Nautica Forza 7, Locanda al colle, Il sogno di Costantino Odv, Ikebana Fiori di Avenza, alle persone che con la loro presenza consentono di portare avanti il cammino intrapreso, i medici e gli psicologi del distretto di Massa e Carrara che hanno colto l’importanza di Una vela per la rinascita nel percorso di guarigione dei propri pazienti.

Condividi: