Home Agricoltura 4.0 Aumentare la competitività dell’agrivoltaico in sinergia con ambiente e paesaggio

Aumentare la competitività dell’agrivoltaico in sinergia con ambiente e paesaggio

agricoltaico
Immagine da Depositphotos

Aumento della competitività e tecniche di intelligenza artificiale per migliorare l’agrivoltaico: il progetto di ricerca Symbiosyst è stato selezionato e finanziato da Horizon Europe1 perché ha le potenzialità di incrementare la produzione da fonti rinnovabili senza ulteriore consumo di suolo, con benefici economici e ambientali.

L’agrivoltaico permette di ottimizzare la resa economica di un appezzamento di terreno sia per l’agricoltura che per la generazione di energia rinnovabile e pulita.

L’Europa, d’altra parte, sta lavorando alacremente – sia per ragioni ambientali che legate alla crisi ucraina – per abilitare nuovi strumenti idonei al raggiungimento dell’obiettivo zero emissioni entro il 2050.

Tra le sfide diquesta transizione c’è anche la necessità di aumentare la quota parte di energia rinnovabile senza provocare danni ambientali. Da qui l’interesse verso èprogetti che valorizzino l’agrivoltaico, soluzione che negli ultimi anni ha riscosso sempre più interesse (spesso ne abbiamo parlato anche sulle pagine di GreenPlanner Magazine).

Symbiosyst, valorizzare l’agrivoltaico in sinergia con ambiente e paesaggio

In tale ottica Horizon Europe1 (programma quadro dell’Unione europea per la ricerca e l’innovazione) ha finanziato il progetto di ricerca Symbiosyst.

Con una durata di quattro anni a partire da gennaio 2023 il progetto è finalizzato a conciliare la fornitura di energia con le necessità del settore agricolo, creando un rapporto simbiotico e reciprocamente vantaggioso in modo da abbattere le emissioni, tutelare il paesaggio e sostenere l’economia.

Le realtà che aderiscono al consorzio internazionale coordinato da Eurac Research e incaricate di realizzare Symbiosyst sono 18, tra cui si registra una nutrita partecipazione italiana in rappresentanza di un settore – quello agricolo nazionale – che ha un peso rilevante.

Collaborano a Symbiosyst anche Enea, Ef Solare, Convert, Eta Florence Renewable Energy, il Centro di Sperimentazione Laimburg e Südtiroler Bauernbund.

Il progetto mira a sviluppare strategie e soluzioni tecnologiche, standardizzate ed economicamente vantaggiose, per aumentare la competitività dell’agrivoltaico sostenibile e su misura, riducendo al minimo l’impatto su ambiente e paesaggio.

Symbiosyst si propone anche di portare il tema al centro delle politiche pubbliche nonché stimolare gli opportuni investimenti.

Nell’ambito dell’iniziativa verranno sviluppate metodologie e strumenti innovativi per la progettazione di sistemi agrivoltaici sostenibili in grado di ottimizzare produzione agricola ed energetica.

Verranno quindi attivate reti di sistemi agrivoltaici innovativi e sviluppati prodotti, soluzioni e servizi testati in campo, in quattro contesti agricoli differenti in base a localizzazione, clima, dimensione e tipo di colture prodotte.

Più nello specifico, Symbiosyst si concentrerà sull’adattamento di moduli fotovoltaici, strutture di montaggio e pratiche di conduzione e gestione standardizzate, alle esigenze specifiche di varie colture agricole, in climi e paesaggi diversi, permettendo alla ricerca scientifica di procedere di pari passo con lo sviluppo di sistemi nuovi, diversificati ed economicamente scalabili.

Tecniche di intelligenza artificiale verranno impiegate per la modellazione finalizzata alla produzione di energia elettrica, alla crescita delle piante, alla gestione degli impianti e ai sistemi di supporto decisionale.

È infatti prevista la messa a punto di modelli in grado di basarsi sui dati del passato al fine di interpretare il futuro. Modelli che prevedono la raccolta di tutti i dati necessari per il calcolo (meteo, temperatura) e l’utilizzo dell’intelligenza artificiale laddove questi dati manchino.

Gli altri partner del progetto sono: in Belgio, Interuniversitair Micro-Electronica Centrum (Imec), Ku Leuven, Lucisun, 3E e Belgisch Laboratorium Van Elektriciteitsindustrie; nei Paesi Bassi, Technische Universiteit Delft, Kubo Innovations e Physee Products; in Germania, Aleo Solar; in Spagna, Universitat Politecnica de Catalunya; nel Regno Unito, Above Surveying (partner affiliato).

Crediti immagine: Depositphotos

MyPlant» Myplant & Garden - international Green Expo è la più importante manifestazione professionale dell'orto-florovivaismo, del paesaggio e del garden in Italia. Punto di riferimento del mercato italiano e protagonista di primo piano di quelli internazionali, la fiera è promotrice della cultura del verde, dell'economia circolare, della tutela ambientale e della progettazione green.
Condividi: