Home Tecnologie Il controllo dell’irrigazione professionale aiuta operatori agricoli e ambiente

Il controllo dell’irrigazione professionale aiuta operatori agricoli e ambiente

irrigazione

Avvalersi di un sistema di controllo efficiente non solo rende più semplici gli interventi di irrigazione manuale ma dà la possibilità di operare modifiche ai programmi di irrigazione in ogni momento e da qualsiasi luogo, con la possibilità di ottenere una qualità̀ ottimale del verde e, allo stesso tempo, notevoli risparmi di acqua e di energia elettrica.

Tra le aziende leader per il mercato professionale dell’irrigazione, Garver – Divisione del Taglia, vanta una lunga esperienza nel campo dei sistemi di irrigazione negli ambiti residenziale, pubblico, sportivo e agricolo proponendo non solo una gamma completa di prodotti innovativi e soluzioni tecniche avanzate ma anche servizi di progettazione e formazione per i professionisti del verde.

Con Arrigo Del Taglia, sales and marketing manager di Garver, abbiamo approfondito alcune delle soluzioni tecnologiche innovative proposte dall’azienda, in particolare il sistema di controllo Solem per irrigazione in serre e vivai e la funzionalità della piattaforma web mysolem.com che consente il controllo da remoto del sistema anche tramite Pc.

Le vostre proposte di sistemi smart abbracciano vari settori, residenziale, urbano, agricolo. In quale di questi ambiti riscontrate una maggior sensibilità verso il tema del risparmio idrico ed energetico tale da riflettersi sulla domanda di soluzioni innovative per la gestione intelligente dell’irrigazione?

Nel settore del verde urbano e in agricoltura perché ovviamente i volumi in gioco sono diversi e spesso la scarsità d’acqua rende necessari gli sforzi per utilizzare al meglio questa risorsa preziosa.

Tuttavia da alcuni anni anche i privati sono molto più attenti al consumo idrico se non altro per cercare di contenere le bollette dell’acqua e dell’elettricità nel caso che la fonte sia un pozzo proprio che comunque però richiede l’uso di una elettropompa.

Oltre a contrastare gli effetti negativi del cambiamento climatico con un minor spreco di risorse naturali, quali sono – specialmente per quanto riguarda l’irrigazione cittadina e agricola – gli altri vantaggi offerti dall’utilizzo delle vostre soluzioni smart?

Fornire alle piante la giusta quantità di acqua le mantiene in salute. Mi sento di poter affermare che in molti casi malattie fogliari e inestetismi delle piante ornamentali sono causati frequentemente da eccessi di irrigazione.

Oggi questo problema è facilmente risolvibile in questi settori professionale con l’utilizzo di sistemi smart dotati di sensori della pioggia e dell’umidità.

È inoltre possibile utilizzare sistemi automatici di rilevamento della evapotraspirazione giornaliera e adeguamento alla stessa dei tempi di irrigazione.

In riferimento all’ambito agricolo immagino che le esigenze e le caratteristiche legate alle richieste di impianti di irrigazione siano piuttosto varie e tali da richiedere progettazioni specificatamente studiate per ottimizzare l’uso delle risorse idriche per ogni tipo di cultura?

Si è corretto, tuttavia allargherei il concetto anche agli impianti in aree verdi pubbliche e residenziali. L’irrigazione è molto di più che portare acqua alle piante, ci sono implicazioni come abbiamo detto poco fa di ordine agronomico, paesaggistico e non ultime legate anche agli aspetti economici.

Il progettista d’irrigazione deve avere una formazione che possa permettergli di muoversi in tutti questi ambiti, oggi poi se n’è aggiunto uno nuovo e non più secondario ed è quello dell’informatica.

I programmatori smart, il controllo remoto, le piattaforme web e infine le tecniche di intelligenza artificiale sono i nuovi asset tecnologici che devono far parte del bagaglio di conoscenze di chi progetta sistemi di irrigazione professionali.

I vostri sistemi di controllo per l’irrigazione in serre e vivai permettono di gestire gli impianti tramite smartphone e Pc attraverso un’App e una piattaforma, utilizzando programmatori a batteria connessi via radio con la tecnologia di comunicazione LoRa. Ci spiega meglio come funzionano e quali sono le principali caratteristiche?

Per fortuna si tratta di prodotti sempre più facili da installare e da utilizzare. in pratica si tratta di più programmatori d’irrigazione alimentati dalla rete elettrica o meglio ancora da normali batterie 9V.

Questi programmatori sono connessi con tecnologia radio LoRa, cioè a lungo raggio a una antenna che a sua volta è connessa a Internet.

Le antenne sono alimentate dalla rete elettrica oppure con pannello fotovoltaico come è spesso richiesto in agricoltura o nelle aree pubbliche. La distanza fra i programmatori e le antenne può arrivare a un chilometro in base alle condizioni ambientali.

Per l’installatore e l’utilizzatore è esattamente la stessa cosa connettersi al programmatore localmente in bluetooth oppure via Internet da remoto.

Inoltre tutti i dati e programmi confluiscono in cloud e sono quindi sempre sicuri e disponibili sia da smartphone che da pc tramite la piattaforma web MySolem.

In realtà è più facile utilizzare questi sistemi che descriverli basta pensare che non è necessario nessun manuale di istruzione.

Come se tutto questo non bastasse per rendere “rivoluzionari” questi prodotti, si aggiunge la facilità di utilizzare sensori anch’essi wireless e perfettamente integrati nel sistema.

MyplantTech rappresenta a pieno titolo un settore in continua evoluzione tecnologica. Cosa vi aspettate dalla partecipazione a un evento così importante?

La nostra speranza è che anche le attività vivaistiche presenti a MyplantTech o che lo visiteranno abbiano la possibilità di apprezzare le grandi potenzialità dei nostri sistemi smart sia per il loro stesso apparato produttivo sia come proposta per le aziende del verde loro clienti.

MyPlant» Myplant & Garden - international Green Expo è la più importante manifestazione professionale dell'orto-florovivaismo, del paesaggio e del garden in Italia. Punto di riferimento del mercato italiano e protagonista di primo piano di quelli internazionali, la fiera è promotrice della cultura del verde, dell'economia circolare, della tutela ambientale e della progettazione green.
Condividi: