Home Eco Lifestyle Cambiare l’aria delle nostre città, un appello ai sindaci italiani. Beppe Sala...

Cambiare l’aria delle nostre città, un appello ai sindaci italiani. Beppe Sala compreso

qualità aria lombardia
Immagine da Depositphotos

La situazione dell’inquinamento in Italia è grave e i Cittadini per l’aria, a fianco delle associazioni pediatriche, sollecitano i sindaci italiani: “è il momento di cambiare l’aria delle nostre città”. e oggi si scende in Piazza a Milano

Non è bastato l’appello inviato dalle maggiori associazioni di pediatri e neonatologi all’associazione Nazionale dei Sindaci d’Italia (Anci): la situazione dell’aria nelle nostre città è grave e non sembra siano state messe in campo misure che aiutino a ridurre l’inquinamento.

Così a Milano quest’oggi in piena Design Week davanti a Palazzo Marino i sarà un’importate manifestazione: l’appuntamento è alle 18.30 in Piazza della Scala.

La pessima qualità dell’aria ha effetti negativi sulla nostra salute, soprattutto per i bambini. Allora l’associazione dei Cittadini per l’aria chiede nuovamente ai sindaci di adottare azioni, anche drastiche, davvero incisive per ridurre le concentrazioni inquinanti.

Adesso è il momento di cambiare l’aria delle nostre città

Riceviamo e pubblichiamo l’appello dell’associazione Cittadini per l’aria affinché si adottino misure efficaci e decise contro l’inquinamento dell’aria perché non agire comporta un danno certo alla salute, soprattutto dei più piccoli, e quindi, si chiede “di avere il coraggio di agire con decisione e rapidità, senza timore di coloro che vogliono imporre una visione delle nostre città arretrata e nociva alla nostra salute e al benessere comune“.

Chiediamo ai sindaci – scrive la presidente dell’associazione Anna Geromettadi usare l’evidenza della ricerca scientifica, le risorse sviluppate da più parti negli ultimi anni e gli esempi delle molte città che in Europa e nel mondo hanno realizzato trasformazioni coraggiose, per attuare le misure necessarie a anteporre, anche nelle nostre città, la tutela della salute nell’ideazione e nello sviluppo delle politiche urbane“.

Gli strumenti a disposizione delle amministrazioni comunali ci sono:

  • sviluppare azioni a sostegno della pedonalità e ciclabilità
  • pianificare zone a traffico limitato davvero efficaci
  • essere al fianco di scuole, genitori e bambini nella pianificazione di strade scolastiche

Ma è importante che i sindaci “parlino ai cittadini in prima persona, spiegando loro perché è necessario cambiare e quali vantaggi ne trarrà la città e chi vi abita. Senza un impegno vero su una comunicazione che coinvolga i cittadini le azioni rischiano di fallire e agire sarà più complesso e costoso per la collettività“.

Una cosa è certa: le città italiane devono cambiare aria.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: