Home Green Jobs L’Europa finanzia la gestione sostenibile dell’acqua

L’Europa finanzia la gestione sostenibile dell’acqua

gestione acqua
Immagine da Depositphotos

Il problema acqua è serio e l’Europa continua a intervenire finanziando iniziative, progetti e idee che arrivano dai Paesi membri e dai territori.

Sono ormai molteplici le riflessioni e gli studi sull’acqua e sull’emergenza idrica, problemi che riguardano l’intero Pianeta.

Da una ricerca dell’Agenzia europea dell’ambiente, si evidenzia la vulnerabilità dei Paesi europei negli ultimi 50 anni di fronte a scarse precipitazioni che provocano siccità, minore disponibilità di acqua, prosciugamento dei fiumi e dei serbatoi e peggioramento della qualità dell’acqua.

Sempre secondo la stessa ricerca, in Europa viene utilizzato solo poco più del 20% dell’acqua disponibile: fortunatamente, infatti, nella maggior parte dei Paesi europei il volume di acqua disponibile è di gran lunga superiore a quello di acqua consumata.

Le più alte percentuali, che superano il 30% di acqua prelevata rispetto a quella disponibile, si registrano in Belgio, in Lussemburgo, in Germania, in Italia e in Spagna.

Quale sarà il futuro dell’acqua? Quesito su cui si interroga e si pone degli obiettivi e delle azioni concrete il mondo accademico, ma anche la società civile.

A rafforzarne il ruolo vitale, all’acqua vengono conferiti anche dei premi internazionali che la pongono al centro delle ricerche scientifiche: in calendario, infatti, il prossimo 23 agosto a Stoccolma, il Premio Nobel dell’Acqua, andrà proprio all’Italia e a un suo illustre rappresentante del mondo accademicoAndrea Rinaldo – dell’Università di Padova.

E se dalla capitale svedese, ampliamo il raggio d’azione e guardiamo all’intero continente, l’Europa continua a intervenire finanziando le iniziative, i progetti, le idee che arrivano dai Paesi membri, dai territori.

Come il premio europeo Water Resource Innovation Challenge 2023, lanciato da Eramet e Eit RawMaterials (Istituto europeo dell’Innovazione e della Tecnologia), che stanzia fino a 50mila euro, derivati dal programma di ricerca europeo Horizon Europe, per i progetti di quelle imprese, incluse le startup, che avranno tempo fino al 13 settembre per presentare valide soluzioni per far fronte alle sfide della gestione dell’acqua nell’industria mineraria e dei metalli.

Promozione delle migliori pratiche in termini di gestione sostenibile dell’acqua per ridurre al minimo l’impatto ambientale e ottenere delle materie prime fondamentali per favorire la transizione verde: questi gli obiettivi del bando.

Saranno ben accolte dall’Europa quelle soluzioni che con l’impiego e il supporto della tecnologia, saranno in grado di affrontare le molteplici sfide che riguardano l’acqua:

  • garantire la qualità dell’acqua affrontando l’inquinamento, la gestione delle acque reflue e l’erosione
  • ridurre il consumo di acqua
  • migliorare le pratiche di riciclaggio
  • creare dei sistemi a ciclo chiuso nell’idro-metallurgia

I progetti se prevedono un lavoro di networking possono funzionare meglio, per questo l’Europa prevede che la partecipazione al bando sia costituita da un partenariato imprenditoriale composto da un team che abbia al suo interno almeno 2 persone, con competenze tali per cui siano in grado di proporre delle soluzioni tecnologicamente avanzate e sostenibili sia dal punto di vista economico, sia da quello ambientale, con una maturità, quindi, fino ad almeno il livello 5 della scala Trl (technology readiness level).

Secondo un’analisi documentata delle Nazioni Unite – Groundwater: Making the Invisible Visible, del Marzo 2022 – si stima che il consumo d’acqua crescerà dell’1% annuo nei prossimi 30 anni, trainato da un uso maggiore da parte dei settori industriali ed energetici, crescita della popolazione mondiale, sviluppo economico e cambiamento delle abitudini di consumo.

Attualmente, circa il 90% del consumo di acqua proviene proprio dalle imprese, sempre più consapevoli della scarsità di questo bene, favorendo così la domanda di tecnologie innovative per conservare l’acqua e gestirne le complesse esigenze idriche.

Il futuro sostenibile delle risorse idriche è necessario per gli esseri viventi e per lo sviluppo sostenibile delle economie mondiali.

Condividi: