Home Eco Lifestyle Luci solari: illuminare il giardino in modo ecologico

Luci solari: illuminare il giardino in modo ecologico

0
Luci solari: illuminare il giardino in modo ecologico
Immagine da Depositphotos

Oggigiorno avere un giardino è una vera e propria fortuna; tuttavia, per renderlo un posto ospitale è necessario prendersene cura.

Se si ha intenzione di rendere il proprio spazio verde più accogliente e soprattutto più sostenibile, è importante scegliere la giusta illuminazione.

Le lampade solari permettono di illuminare il giardino in modo sostenibile. Infatti, si tratta di dispositivi in grado di funzionare con l’energia del sole. In poche parole, grazie a queste particolari lampade è possibile non solo rendere più speciale il proprio giardino, ma anche rispettare l’ambiente.

Le caratteristiche delle lampade solari

Le luci per giardino solari hanno diverse caratteristiche uniche e particolari. Ovviamente, quella principale riguarda il fatto che si tratta di luci che rispettano l’ambiente.

Esse, infatti, sfruttano l’energia solare, una fonte rinnovabile, che non causa emissioni inquinanti nell’ambiente. Inoltre, sono piuttosto convenienti, perché non sono collegate alla rete elettrica e quindi permettono di ottenere un risparmio in termini di consumi energetici.

Inoltre, queste luci per giardino non richiedono operazioni di manutenzione complesse, poiché l’illuminazione si accende automaticamente al calare del sole, dopo aver accumulato l’energia sufficiente durante la giornata, grazie ai raggi solari.

In genere, esse sono impermeabili, pertanto è possibile utilizzarle anche in caso di condizioni climatiche avverse. Infine, un’altra caratteristica importante è la loro facilità di installazione in completa autonomia, senza l’ausilio di tecnici specializzati o di particolari attrezzature.

Come funzionano le lampade solari?

Le lampade solari per il giardino sono dispositivi che funzionano grazie allo sfruttamento dell’energia che il sole produce. Tali luci per il giardino, infatti, operano grazie a un processo semplice che coinvolge tre fattori chiave, ovvero il pannello solare, la batteria e i Led.

In sintesi, il pannello solare è composto da particolari celle che permettono di catturare la luce del sole e trasformarla in energia elettrica. In genere tali celle sono realizzate in silicio cristallino o in film sottili e hanno come scopo quello di massimizzare l’assorbimento della luce solare, anche in condizioni di luce diffusa o scarsa.

Tutta l’energia prodotta viene successivamente immagazzinata all’interno di una batteria, normalmente a litio. Ed è proprio grazie alla batteria che è possibile alimentare le lampade solari e farle funzionare anche quando i raggi solari non ci sono.

Inoltre, quando il sole cala o non c’è proprio, per esempio durante le ore notturne, i Led presenti all’interno delle lampade solari si accedono in modo automatico. I Led normalmente sono molto efficienti e garantiscono un’illuminazione intensa e duratura.

Nel mercato è possibile trovarli in diverse tonalità di colore, come per esempio il bianco caldo o freddo, per adattarsi meglio alle preferenze e ai gusti personali delle persone.

Infine, le lampade solari normalmente possiedono anche dei sensori di movimento. Questi permettono alle lampade di accendersi in automatico al tramonto, o in condizioni di scarsa luminosità, quando rilevano l’attività nelle vicinanze e aumentano l’intensità della luce man mano che si avvicina qualcuno.

È chiaro che tutto ciò permette di aumentare l’efficienza energetica delle lampade solari e a prolungarne la durata della batteria.

Come scegliere le lampade solari?

Prima di acquistare delle luci per giardino alimentate a energia solare, bisogna considerare alcuni dettagli. In primo luogo, la funzione delle stesse.

Si ha intenzione di installarle per illuminare una determinata zona oppure per migliorare la sicurezza in alcuni punti strategici? Nel primo caso, è possibile scegliere delle luci per giardino più tenui, in grado di creare un’atmosfera soffusa, oppure regolabili a seconda delle necessità.

Altrimenti, è preferibile optare per fonti luminose direzionali, focalizzate sul punto preciso da mettere in sicurezza. Un altro importante dettaglio da valutare è il design delle luci.

Ne esistono, infatti, di diverse tipologie per adattarsi a qualsiasi tipo di arredamento del giardino, come i faretti, le lanterne, le strisce luminose… Ancora, è preferibile considerare la durata delle batterie solari e l’autonomia delle stesse, per assicurarsi che le luci possano garantire l’illuminazione per il tempo desiderato.

Infine, è fondamentale accertarsi che le luci per giardino solari siano impermeabili, quindi in grado di resistere alle condizioni metereologiche avverse. Per verificare il grado di resistenza, è necessario controllare la classificazione Ip (Ingress protection), una certificazione che determina la protezione dei dispositivi elettronici dalle infiltrazioni.

Più il valore è alto, maggiore è la resistenza.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: