Home Green Jobs SharryLand, iniziativa per ridare valore alle comunità locali, puntando sul turismo green

SharryLand, iniziativa per ridare valore alle comunità locali, puntando sul turismo green

turismo locale
Immagine da Depositphotos

Rilanciare il turismo sostenibile e attento all’ambiente, rinvigorendo al tempo stesso le comuità locali: è l’obiettivo dell’iniziativa SharryLand che ci porta alla scoperta delle peculiarità locali italiane attraverso la sua Mappa delle Meraviglie.

Destinazione della prossima vacanza? Italia. Recenti dati del report di Istat sui viaggi e vacanze, mostrano che 2022 i viaggi dei residenti in Italia sono stati quasi 55 milioni, in aumento rispetto al 2021 (+31,6%) ma ancora sotto i valori precedenti alla pandemia (-23% rispetto al 2019).

Gli italiani che hanno fatto almeno una vacanza tra luglio e settembre salgono a circa il 36%, contro il 33,9% del 2021 (37,8% nel 2019). I viaggi all’estero dei cittadini italiani (circa il 20% del totale) mostrano aumenti a tre cifre (+143%).

In netta crescita sono anche i viaggi nelle località italiane (+18,3%). I cittadini italiani che hanno scelto le vacanze lunghe, di 4 o più notti 55% dei viaggi e circa 83% delle notti), che nel 2022 salgono a 30,1 milioni (+23,2%; +20,5% in termini di notti) e si riportano sostanzialmente ai livelli pre-pandemia.

Le vacanze brevi, invece, pur registrando un notevole aumento (+47% di viaggi, +56% di notti sul 2021) rimangono il 26% in meno di quelle registrate nel 2019. Scende a poco più di 49 milioni (-12,9%), il divario tra i pernottamenti di vacanza del 2022, rispetto a quelli del 2019.

L’opzione della giornata fuori porta e delle escursioni in giornata, poi, nel 2022 sono circa 47 milioni (+29,3% sul 2021) e tornano a essere distribuite durante tutto l’arco dell’anno, con una lieve prevalenza nel periodo primaverile (circa il 27%).

Confermata infine la tendenza, ormai consolidata, che i cittadini italiani tendono a spostarsi principalmente per piacere e svago (circa il 73% delle vacanze).

La ricerca digitale dei territori da scoprire

Già dal 2021, secondo i dati Istat, si conferma l’accelerazione nell’utilizzo di Internet, iniziata l’anno precedente per ovvi motivi legati alla pandemia da Covid-19 e gli utenti, che da mobile hanno digitato sui motori di ricerca cose da fare o esperienze vicino a me organizzano infatti il viaggio, soprattutto per la prenotazione dell’alloggio.

Oltre il 66% delle prenotazioni è effettuato online (58,4% nel 2019). Il tempo non va sprecato e anche quello per visitare i territori, scoprire luoghi meno conosciuti, quelli più remoti della bella penisola ha trovato un suo spazio, digitale e reale.

Si chiama SharryLand la startup innovativa veneta diventata Società Benefit che, sostenuta dalla Fondazione Giordano Dell’Amore con 200mila euro in equity e in sinergia con Fondazione Cariplo e Impact4Art, il fondo che dal 2022 sostiene la ripresa dei settori Arte e Cultura italiani, ha voluto ridare il giusto valore alle comunità locali, puntando al turismo attento all’ambiente.

Il nome è evocativo, share the cherry – condividi la ciliegia, con l’idea fantasiosa di raccogliere in un cestino gustose ciliegie ma non i frutti, bensì immagini, testi, narrazioni dei luoghi dell’Italia e delle differenti peculiarità delle comunità locali, attraverso la Mappa delle Meraviglie (www.sharry.land).

Presentata nell’EcoArea better living a Cerasolo di Coriano – Rimini, la mappa è un aggregatore di proposte culturali del territorio italiano, una piattaforma esperienziale e una App, disponibile in 5 lingue, con social marketplace e motore di ricerca.

Piattaforma tutta italiana, quindi, per mappare le località da scoprire e fa incontrare chi vuole cercare e trovare delle esperienze che vanno oltre i confini del turismo tradizionalmente noto, quello mordi e fuggi.

La mappa ha due destinatari: i cittadini residenti e i turisti, da un lato, che sono alla ricerca di nuove esperienze non solo quantitative, ma soprattutto qualitative, e il territorio dall’altro, come uno strumento strategico per progetti di sviluppo sostenibile.

Entriamo nella Mappa della Meraviglie

mappa delle meraviglie

Se indossate gli abiti del turista, partite virtualmente, accedendo alla mappa e cercando nuovi luoghi e persone da conoscere, in base alle specifiche esigenze di viaggio che volete intraprendere.

Si contattano poi le comunità, gli operatori dei luoghi scelti come destinazione e la community della quale si entra a far parte, per dare e ricevere i consigli e le giuste dritte per un buon viaggio all’insegna della sostenibilità.

Se fate invece parte della categoria professionisti che vogliono mettere in piazza e far conoscere la propria attività che abbia un risvolto turistico-culturale, siete i benvenuti e avete infatti uno spazio dedicato nella stessa mappa.

Ma parlavamo di ciliegie, ebbene sì, la mappa è anche un gioco, che permette di raccogliere virtualmente delle ciliegie e contarle con il ciliegiometro, come fossero dei punti/gettone, si può così entrare nelle top five di SharryLand; incontrare i narratori delle Meraviglie; far conoscere le Meraviglie preferite; ricevere sconti e premi sulle destinazioni future.

La chiave di lettura è quella di un turismo possibilmente slow e sempre più attento all’ambiente, che vive e assapora i luoghi e le comunità locali: filiera corta e turismo sostenibile trovano spazio in un modo diverso di vedere il mondo, la natura e le cose che ci circondano.

Tre le componenti della piattaforma:

  • digitalizzazione e narrazione
  • messa in rete per lo sviluppo di un networking territoriale
  • incrocio tra domanda e offerta tra imprese, amministrazioni pubbliche, soprattutto quelle locali e cittadini (eventi; tour esperienziali; riscoperta di luoghi del patrimonio culturale, turistico, enogastronomico)

Un colpo di reni importante per rilanciare le economie locali, con quasi 10.000 contenuti pubblicati, numeri in crescita con il contributo di tutto il territorio italiano: circa il 60% dello stivale mappato, con 13 milioni di abitanti in circa 4.000 piccoli comuni e un pubblico di oltre 2.000.000 di persone e oltre 60.000 pagine visitate al mese.

Secondo recenti stime di Demoskopika, il settore del turismo è uno dei principali motori dell’economia con oltre 9 trilioni di dollari di valore a livello globale e circa il 7% del Pil generato per l’Italia, con quasi 2 milioni di occupati.

Nel 2022 la spesa turistica è stata di +12% rispetto al 2021. Travel blogger, guida esperienziale, travel influencer, travel writer, travel designer, sono alcuni dei nuovi mestieri che l’interesse appassionato per il viaggio, le competenze tecniche e trasversali e l’era digitale hanno portato alla luce.

Figure professionali che potrebbero conquistare e aprire le porti a nuovi mercati occupazionali partendo da un settore, quello del turismo, in continua trasformazione.

Le giovani generazioni, alla ricerca di nuove professionalità, potrebbero trovare nuovi spazi, magari anche navigando attraverso la Mappa, sarebbe veramente meraviglioso.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: