Home Eventi Firenze, da oggi al 5 novembre, torna capitale italiana della gentilezza

Firenze, da oggi al 5 novembre, torna capitale italiana della gentilezza

festival italia gentile

Dal 30 ottobre al 5 novembre a Firenze prenderà vita la terza edizione del festival dell’Italia gentile, evento diffuso che ha l’obietivo di raccontare esperienze di gentilezza a tutto tondo, con 60 eventi in tutta la città.

Torna a Firenze il festival dell’Italia gentile, ideato dal biologo naturalista Daniel Lumera, che dal 30 ottobre al 5 novembre darà vita a un palinsesto di appuntamenti diffusi, in tutta la città, con oltre 100 relatori – tra i quali lo stesso Daniel Lumera, Vito Mancuso, Alba Donati, Vivian Lamarque, Franco Arminio, Folco Terzani, Davide Rondoni, Pietro Leemann,il cardinale Giuseppe Betori e tanti altri.

Più di 60 eventi e oltre 100 relatori si susseguiranno nelle giornate del festival – da mattina a sera – in tutti e cinque i quartieri della città, per parlare di gentilezza e permettere ai visitatori di fare esperienze di gentilezza, con accesso libero e gratuito, alcuni fruibili in diretta streaming dai canali ufficiali del Comune.

I relatori offriranno una loro visione e le loro suggestioni su come declinare la Gentilezza negli ambiti della scienza e del benessere, dell’economia e dell’impresa, dell’ambiente e della salute, dell’educazione e della spiritualità, dell’arte e della cultura, insieme ad attività esperienziali, laboratori, concerti, incontri e testimonianze rivolte a grandi e piccoli proposte in collaborazione con le realtà associative del territorio.

Accanto al programma principale si svolgerà EduKind Fest, evento rivolto ai bambini e ai ragazzi con le loro famiglie, con attività pensate ad hoc per coinvolgere il pubblico dei più piccini e invitarli a riflettere sul valore della Gentilezza.

Il festival dell’Italia gentile è organizzato da Comune di Firenze, Mus.E, My Life Design Odv con il Movimento Italia Gentile e Odv TuttoèVita Ets.

Tutte le iniziative sono a ingresso libero e gratuito. È possibile consultare il programma aggiornato online.

Condividi: