Home Energy and Mobility Voli sempre più sostenibili tra ricerca di carburante Green e recupero del...

Voli sempre più sostenibili tra ricerca di carburante Green e recupero del fine vita

voli
Immagine da Pixabay

Le compagnie aeree si preparano a effettuare una virata ambientale, grazie alle nuove tecnologie e alla ricerca scientifica, soprattutto nel settore deie carburanti e nella progettazione dei nuovi veivoli.

La ricerca e l’innovazione tecnologica sono fattori abilitanti per creare modelli di business circolari, in linea con strategie di sostenibilità.

Si tratta di elementi che si combaciano bene con il settore del volo, che diventa sempre più sostenibile grazie alla ricerca e all’attenzione delle industrie.

Il progetto Horizon Compass

Nei prossimi quindici anni il rinnovamento dei veicoli, nel settore dei voli, porterà alla dismissione di 15mila velicoli. Nello stesso arco di tempo, il settore automotive dovrà realizzare mezzi “riciclabili” per l’85 percento del peso.

È su queste basi che il progetto europeo Compass avanza con un finanziamento di 6 milioni di euro per lo sviluppo di strumenti e tecnologie in grado di garantire una seconda vita ai componenti di aeroplani e mezzi di trasporto su gomma.

Si tratta di un procedimento approvato dalla Commissione europea nell’ambito del Programma Horizon Europe di cui l’unico partner italiano è la società NeroSuBianco.

L’obiettivo è la rigenerazione di circa il 30 percento di parti in lamiera e pannelli compositi termoplastici.

Il settore dei voli aerospaziali

Il Gruppo Hera con la controllata Herambiente e Leonardo, attraverso la Divisione Aerostrutture, collaboreranno nello studio del recupero di fibre di carbonio che sono contenute nei materiali compositi a matrice polimerica e sono utilizzati per la costruzione di parti di aeromobili.

Si avvia in questo modo una sperimentazione full-scale: il materiale riciclato avrà ricadute positive in termini di sostenibilità e di circolarità.

L’accordo tra queste realtà ha un’importante valenza strategica perché l’Europa, sostanzialmente, è priva di produzioni di fibra di carbonio vergine.

Dunque lo sviluppo di filiere in grado di rigenerare in loco risorse pregiate, anche nel settore dei voli, contribuirà a sostenere il processo di autosufficienza industriale del Vecchio Continente.

Nell’impianto, che sarà realizzato a Imola, Herambiente applicherà agli scarti industriali la pirogassificazione e con tecnologie a caldo le resine dei materiali compositi vengono separate dalle fibre di carbonio.

Il procedimento, messo a punto in collaborazione con il dipartimento di Chimica Industriale dell’Università di Bologna e l’azienda Curti di Castelbolognese, rigenererà nuova fibra con prestazioni equiparabili alla nuova.

I carburanti green di Enea

Enea ha invece avviato una linea di ricerca per sviluppare gli e-fuel, carburanti green per aerei, basati su idrogeno rinnovabile e anidride carbonica.

L’iniziativa per i voli, che prevede anche la progettazione di un impianto pilota da realizzare insieme al Politecnico di Milano, si inquadra nel piano operativo di ricerca (Por) sull’idrogeno rinnovabile coordinato da Enea.

Le sfide da affrontare sono produzione, stoccaggio di idrogeno verde, distribuzione e gli usi finali del materiale. Questo piano operativo di ricerca è finanziato dal ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica con i fondi Pnrr per un importo di 110 milioni di euro.

Gli obiettivi del settore aereo prevedono l’impiego di almeno il 2 percento di combustibili green entro il 2025, fino ad arrivare all’85 percento nel 2050. Il mix di soluzioni tecnologiche presenta vantaggi come alta densità energetica, un mercato e un parco infrastrutturale già disponibili.

Anche l’e-cherosene, materiale fondamentale, viene prodotto con un processo a due stadi che, mediante la reazione di Fischer-Tropsch, produce emulsione grezza composta da più frazioni idrocarburiche a cui segue uno stadio di raffinazione.

Per i voli, dunque, è tempo di un decollo verso la sostenibilità e i carburanti green, in grado di rivoluzionare produzione e mercato dei velivoli.

Condividi: