Home Eco Lifestyle Parola ai giovani a sostegno della Sostenibilità: il manifesto del cantautore Giovanni...

Parola ai giovani a sostegno della Sostenibilità: il manifesto del cantautore Giovanni Caccamo

Giovanni Caccamo è in tour per portare avanti il Manifesto “La parola ai Giovani” edito da Treccani. Lo incontriamo a ridosso di una mostra all’Arengario supportata da Pulsee.

Ora tocca ai giovani parlare. Anche di sostenibilità. Ne è convinto il cantautore Giovanni Caccamo che da qualche tempo porta avanti in Italia Parola ai Giovani, un progetto che sta utilizzando diversi piani di comunicazione oltre la stessa frontiera musicale dove Caccamo si muove con alle spalle maestri come Battiato.

La fiducia nella forza della parola a Caccamo l’ha instillata Andrea Camilleri e lui se ne sta facendo paladino: dopo aver girato tanti atenei per portare questa filosofia ai giovani è arrivata anche la pubblicazione di un Manifesto (La parola ai Giovani edito da Treccani, 220 pp, 22€) dove con un Qrcode che si trova all’interno si arriva dritti ad ascoltare anche il suo ultimo album che proprio Parola si intitola.

Incontriamo Caccamo a Milano dove, con il supporto di Pulsee, ha inaugurato anche una mostra (al Museo del Novecento, purtroppo allestita per pochi giorni basata sull’inedito dialogo tra dieci maestri dell’arte contemporanea – Maurizio Cattelan, Mario Ceroli, Emilio Isgrò, Mimmo Jodice, Giulia Napoleone, Mimmo Paladino, Michelangelo Pistoletto, Fabrizio Plessi, Arnaldo Pomodoro, Guido Strazza – e i sogni e le idee delle nuove generazioni e le loro richieste di cambiamento.

Servono piccole scelte per grandi cambiamenti” afferma Caccamo. E lui così ci spiega il progetto che prevede anche delle borse di studio finanziate dalla Andrea Bocelli Foundation cui il progetto è collegato tanto che tutti i proventi del libro sono a favore della Fondazione.

Il libro e la mostra partono proprio dalle parole: una delle prime trattate è gratitudine. Se forse la tenessimo più in considerazione scopriremmo che la nostra vita vale la pena di essere vissuta fino in fondo rispettando ciò che ci circonda umano e natura in primis.

Non per niente il libro inizia anche con una lettera di Papa Francesco dove invita a “parlare con impegno“.

m.c.cer

Condividi: