Home Imprese Sostenibili Nel 2024 il mercato dei macchinari usati crescerà ulteriormente

Nel 2024 il mercato dei macchinari usati crescerà ulteriormente

mercato macchinari usati
Immagine generata con l'AI - foto Surplex

Costano meno e non richiedono energia o materie prime: ecco perché ha tenuto nel 2023 il mercato delle macchine industriali usate, registrando performance in linea con l’anno precedente e un aumento dei prezzi molto contenuto, nonostante l’aumento dei costi energetici e l’inflazione

Quando l’economia è in affanno e l’inflazione cresce, di conseguenza, calano anche gli investimenti delle aziende: per questo si è sviluppato nel tempo un interessante mercato dei macchinari industriali usati, che consente risparmi e mette al riparo le aziende dai lunghi tempi di consegna dei macchinari nuovi a causa della mancanze di materie prime.

La situazione economica in Europa non è buona al momento: gli alti costi energetici, l’inflazione ancora troppo alta e una generale incertezza da parte delle aziende verso gli investimenti frena la crescita.

Anche per il 2024 la Commissione europea prevede per l’Eurozona una crescita del prodotto interno lordo dello 0,8% e che la Germania vivrà un periodo di recessione con una contrazione dello 0,4% della sua economia.

In questo scenario, tuttavia, la compravendita di macchine usate è rimasta stabile, anche dopo la rapida crescita verificatasi subito dopo la pandemia, quando il settore dei macchinari usati aveva registrato un boom.

Rispetto all’anno precedente, infatti, sulla piattaforma specializzata per la vendita di macchinari usati Surplex, si è registrato quasi il 10% in più di aste con una crescita delle vendite di impianti e attrezzature. La ragione principale di questa tenuta, secondo i responsabili della piattaforma è stata la stabilità dei prezzi delle aste.

Infatti, spiega Ghislaine Duijmelings, uno degli amministratori delegati di Surplex, “anche nel 2023, le macchine usate non sono state praticamente interessate dall’aumento dei prezzi. Rispetto all’anno precedente, i prezzi su Surplex.com sono aumentati in media solo dello 0,5%“.

Questo perché, nonostante carenza di materie prime, inflazione e costi energetici, al contrario dei macchinari nuovi, il prezzo di una macchina usata dipende principalmente da fattori quali la tipologia, il produttore, lo stato di conservazione, la domanda e la disponibilità.

Inoltre, dal momento che in questa fase economica i maggiori costi di capitale frenano la propensione agli investimenti, l’economicità dei macchinari usati è un altro punto a favore di questo mercato.

Le prospettive 2024 nel mercato dei macchinari usati

Grazie all’aumento dei consumi privati, all’aumento dei salari e alla stabilità del mercato del lavoro, la situazione economica dovrebbe migliorare in modo significativo nel 2024.

Anche se, tuttavia, si prevede un leggero aumento delle insolvenze che vedrà le aziende più piccole e il settore edilizio particolarmente colpiti.

Un maggior numero di insolvenze nel 2024 si traduce anche in una maggiore offerta di macchine e sistemi sul mercato dei macchinari usati.

Questo potrebbe portare a un leggero calo dei valori dei prezzi battuti all’asta, offrendo ai nostri clienti ulteriori interessanti opportunità di investimento e garantendo la dinamicità del mercato” conclude Duijmelings.

Condividi: