Home Studenti Green Nel 2024, l’offerta formativa punta su sostenibilità e green skill

Nel 2024, l’offerta formativa punta su sostenibilità e green skill

Formazione Green per i futuri manager delle aziende

A fronte della crescita del fabbisogno di green skill nelle aziende, nel 2024 aumenta l’offerta dei corsi di formazione dedicati alla sostenibilità

Secondo le previsioni di Unioncamere, tra il 2021 e il 2025, il fabbisogno di competenze green intermedie delle imprese e della Pubblica amministrazione sarà compreso tra i 2,2 e i 2,4 milioni di lavoratori, circa il 63% del fabbisogno dell’intero quinquennio.

A fronte di questo, diverse sono le proposte formative in tema green che si stanno concretizzando. Una prima ci arriva da Eiis, European Institute of Innovation for Sustainability, che, in collaborazione con Wwf Italia, promuove la settima edizione di Manager della Biodiversità.

Il corso, in partenza a ottobre 2024, accetterà le candidature ancora per pochi giorni sul sito dedicato, in cui pottete trovare tutte le informazioni dettagliate (https://www.eiis-education.com/manager-della-biodiversita).

Rivolto a studenti o laureati in discipline scientifiche, amanti della natura e a professionisti che intendono approfondire le loro conoscenze in materia, il programma intende fornire uno strumento per imparare a proteggere il nostro ecosistema e comprendere come avviare progetti di conservazione della biodiversità.

La partecipazione a questo Certificate Program contribuisce all’assegnazione di 3 Cfu per il corso di Laurea in Scienze e Protezione della Natura e per la Sostenibilità ambientale, presso il Dipartimento di Scienze dell’Università degli Studi Roma Tre.

Sostenibilità ed Economia Circolare

In partenza anche la 5a edizione del corso Sustainability Manager, dedicato alla formazione di professionisti che presidiano politiche di sostenibilità (Csr) presso le organizzazioni.

Promosso e coordinato da Accademia Green, in collaborazione con il Dipartimento Memotef della Università Sapienza di Roma e con i patrocini di The HubFederformazione e Plef, Planet Life Economy Foundation, il corso è offerto da A-Sapiens Edupuntozero, centro di Formazione e Certificazione Professionale.

Per iscriversi è necessario compilare il modulo presente sul sito di Accedemia Green (https://accademiagreen.it/) dove sono disponibili tutte le informazioni dettagliate.

Il percorso si rivolge a neolaureati e professionisti interessati ad accrescere le loro competenze in ambito ambientale, nonché di sviluppo, monitoraggio e implementazione del piano di sostenibilità di un’azienda.

Il percorso inizierà il 6 febbraio e terminerà il 14 maggio 2024, a cui seguirà il rilascio di un attestato, previo superamento dell’esame finale.

Le lezioni si svolgeranno online in modalità mista (sincrona real time e asincrona on demand), per 10 moduli dalla durata complessiva di 60 ore (11 ore e-learning e 49 ore in video-conferenza) ed è richiesta una frequenza pari al 90% delle ore previste, con la possibilità di visionare le registrazioni in un secondo momento.

L’esito positivo della prova finale, inoltre, darà diritto ai partecipanti a essere inseriti nell’elenco di Sustainability Manager di Acs Italia (organismo di certificazione del personale riconosciuto da Accredia).

Una scuola per la transizione ecologica

Per ultimo, ma ovviamente non per importanza, anche il programma Safte, Scuola di Alta Formazione per la Transizione Ecologica, giunto quest’anno alla 3a edizione, si inserisce in questo scenario.

Organizzato da Ecomondo, in collaborazione con Alma Mater Studiorum di Bologna e ReteAmbiente, Safte intende formare i futuri manager della sostenibilità, offrendo un percorso tematico incentrato sull’economia circolare e sulla conversione energetica.

La scuola si rivolge prevalentemente al management delle imprese coinvolte nella transizione ecologica, ma anche verso le giovani figure professionali che intendono rispondere alle esigenze di innovazione delle realtà aziendali più dinamiche.

Per iscriversi è necessario compilare il modulo sul sito (https://safteformazione.it/iscrizione/) dove sono disponibili tutte le informazioni dettagliate.

Dal 15 marzo al 24 maggio 2024: 10 settimane, per un totale di 100 ore formative in modalità e-learning, suddivise in quattro macro argomenti principali.

Una prima unità generale di introduzione ai principi e alle regole generali dell’economia circolare, seguita da due unità di elevata specializzazione dedicate all’economia circolare dei materiali e alle opportunità energetiche e infine da una relativa alle opportunità e incentivi per la transizione ecologica.

Oltre a confronti con i docenti, lezioni in diretta (registrate) e in streaming e attività di gruppo, all’interno del percorso formativo ci saranno anche ore di lezione dedicate alle best practice aziendali, in modo da fornire esempi concreti dei temi trattati durante il Corso.

Al termine della formazione è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione per coloro che hanno frequentato almeno l’80% delle ore dell’intero corso. Inoltre, in occasione della fiera Key – The Energy Transition Expo (Rimini, 28 febbraio – 1 marzo), sarà possibile visitare lo stand dedicato a Safte, raccogliendo informazioni e curiosità.

Condividi: