Home Eco Lifestyle Nuna, modello imprenditoriale innovativo, attento all’inclusione e alla connessione con il territorio

Nuna, modello imprenditoriale innovativo, attento all’inclusione e alla connessione con il territorio

inaugurazione nuna impresa sociale

Punti di forza di Nuna Impresa Sociale di Bergamo sono laboratori di panificazione, produzione gastronomica per la ristorazione collettiva, formazione e inserimento lavorativo di persone con disabilità e fragilità

Inaugurati a Bergamo nei giorni scorsi i nuovi spazi di Nuna Impresa Sociale con la presenza del sindaco Giorgio Gori e di imprenditori dei settori ristorazione, scuola e distribuzione che hanno già creduto nel progetto.

Si tratta di 1.200 metri quadri di laboratorio di panificazione, cucine, celle di conservazione e aule di formazione situati in via Bianzana 19, il cui progetto nasce dall’unione di Nutopia, una proposta di imprenditoria giovanile all’avanguardia che si occupa di food&beverage, di eventi, di progettualità culturali e sociali e Namasté, cooperativa che risponde con professionalità ai bisogni di minori e persone con disabilità.

A pieno regime da novembre 2023 sono la produzione gastronomica e la panificazione nell’ambito della ristorazione collettiva, con l’impiego di 22 collaboratori tra responsabili della produzione e persone con disabilità.

Tra i destinatari dei pasti cucinati e confezionati nei laboratori di Nuna figurano cooperative, centro sociosanitari, aziende, scuole e strutture ricettive. Per il prossimo mese di marzo saranno attive anche le aule di formazione, con l’avvio di corsi specifici sul mondo del food&beverage.

Gli elementi di innovazione presenti in questo progetto imprenditoriale riguardano la scelta di spazi moderni attrezzati con macchinari e strumentazione 4.0 a basso impatto energetico, per adempiere a obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica e offrire così una proposta differenziante a strutture sanitarie, locali, aziende, scuole, negozi e tutti coloro che ricercano la qualità combinata a un forte risvolto sociale.

Come ha sottolineato Antonio Bertoncello, presidente di Nuna Impresa Sociale, “tra i molteplici obiettivi c’è sicuramente l’impatto sociale positivo generato e misurabile nel tempo, perché pone particolare attenzione al contesto territoriale in cui si colloca e perché promuove l’occupazione di persone con fragilità.

Nuna punta a creare un modello imprenditoriale innovativo e unico per dimensioni e completezza, grazie a partnership strategiche con il mondo delle scuole e delle aziende“.

Inoltre, ha ricordato ancora Bertoncello, “la connessione con il territorio permette di dare risposta adeguata ai bisogni sociali espressi, grazie all’attenzione alle peculiarità gastronomiche esistenti e alle realtà presenti ed emergenti tra aziende e sistemi formativi, inserendosi in un settore che fatica ad affermarsi come attrattivo per i giovani e in crisi per numero di addetti.

La forza del nostro team è unire l’impiego di professionalità nel settore food a percorsi di inserimento lavorativo di persone con fragilità, aiutandole in questo contesto a sentirsi una risorsa per la comunità“.

Condividi: