Home Green Jobs Un premio all’innovazione e alla collaborazione tra Canada e Italia

Un premio all’innovazione e alla collaborazione tra Canada e Italia

premio canada italia
Immagine da Depositphotos

L’Ambasciata canadese premia i progetti collaborativi B2B tra Italia e Canada, un’occasione per rafforzare i rapporti tra i due Paesi e contribuire a stimolare iniziative e idee innovative

Ci sarà tempo fino al 2 aprile 2024 per candidarsi – in lingua inglese o francese – alla dodicesima edizione del Premio Canada – Italia per l’innovazione 2024 (qui tutte le informazioni di partecipazione), sostenuto dall’Ambasciata canadese.

Rafforzare i rapporti con l’Italia in materia di innovazione, offrendo l’opportunità a startup, ricercatori, scienziati e professionisti del settore creativo di sviluppare dei progetti di collaborazione con partner canadesi in ambiti di competenza, rivolti allo sviluppo socio – economico innovativo e inclusivo con una profonda impronta e attenzione all’ambiente.

Questo lo scopo del premio, che è in linea con la strategia relazionale dell’Europa con i Paesi oltreoceano. Infatti proprio con il Canada, come anche con la Nuova Zelanda, lontani geograficamente rispetto all’Europa, si è concluso il negoziato di associazione nell’ambito del programma di ricerca e innovazione Horizon Europe.

Negli ultimi dieci anni il Premio ha favorito scoperte, ricerche e applicazioni tecnologiche, mostrando il valore aggiunto dell’impatto della cooperazione tra i due Paesi.

Ed è quindi, sulla scia delle esperienze delle scorse edizioni che il Premio per il 2024 intende rivolgere uno sguardo attento a cinque priorità:

  1. ricerca sui minerali critici
  2. governance nell’uso dell’Ai e la sua etica
  3. tecnologia quantistica
  4. prevenzione della violenza di genere
  5. scienza della vita e della salute

Il premio consiste in un importo di 4.000 euro, corrispondente al rimborso delle spese che saranno sostenute dal vincitore per il viaggio in Canada per l’incontro B2B con il partner canadese.

Sarà necessario fornire una reportistica dopo i primi 6 mesi e dopo i successivi 6, contenente lo stato dell’arte di eventuali pubblicazioni, scambi di best practice tra ricercatori, eventuali sinergie con l’amministrazione pubblica, condivisione di attrezzature e materiali, sviluppo di nuove tecnologie generate in networking anche attraverso applicazioni creative.

È fortemente incoraggiato l’utilizzo di modelli innovativi realizzati in sinergia con differenti professionalità, così come il perseguimento di networking duraturi e produttivi oltre i primi 12 mesi di svolgimento delle attività del progetto.

Esplorando tra l’Ai e la quantistica

L’ambito della digitalizzazione si sta evolvendo costantemente: sicurezza informatica, privacy dei dati, algoritmi e implicazioni etiche dei processi decisionali autonomi dell’intelligenza artificiale sono tra i temi scottanti del momento, tanto che l’Europa è arrivata anche a un Ai Act per approcciare il tema in maniera scientifica, ma con un occhio di riguardo ai fruitori e destinatari finali delle nuove tecnologie applicate.

In questa direzione devono quindi concentrarsi i contenuti progettuali:

  • migliorare la sicurezza dei dati e proteggerne la privacy
  • affrontare le minacce e le vulnerabilità della sicurezza informatica
  • promuovere lo sviluppo algoritmico dell’Ai che eviti pregiudizi e discriminazioni
  • tutela dei diritti digitali e accesso equo alla tecnologia e lotta al divario digitale tra le comunità
  • prevenzione del potenziale uso improprio dell’Ai per scopi non etici come la creazione di deepfake
  • esplorazione delle considerazioni etiche nelle interazioni uomo-intelligenza artificiale e il relativo impatto su norme e valori sociali

E c’è spazio anche per la quantistica tra i progetti candidabili: nuove intuizioni, sviluppi tecnologici e applicazioni per migliorare la vita degli esseri viventi, temi che potranno essere il core business con un’impronta socio-economica dei progetti candidabili.

Tra questi:

  • simulazioni
  • privacy e sicurezza approcciate con applicazioni nel mondo reale e teorico sulla comunicazione sicura basata sui quanti
  • applicazioni in tecnologie e dispositivi quantistici per magnetometria, prospezione, imaging, navigazione, applicazioni biomediche

Progetti che dovranno favorire una maggiore partecipazione e migliori condizioni per le donne e per le persone con diversità di genere nel campo della tecnologia e della scienza quantistica.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: