Home Eco Lifestyle Turismo responsabile in Valcamonica

Turismo responsabile in Valcamonica

La Valcamonica entra nel merito di come sviluppare sempre più un buon turismo, responsabile e sostenibile. Lo ha affermato con la sua presenza a MyPlant&Garden, lo ribadisce in un convegno a Capo di Ponte (Bs)

Lo sviluppo del turismo in una valle fantastica – ma ancora molto da scoprire – come è la ValCamonica. È quanto si propone di affrontare un convegno organizzato nel tardo pomeriggio di giovedì 29 febbraio presso l’Auditorium Padre Marcolini in via Madre Annunciata Cocchetti 5, a Capo di Ponte (Bs) al quale parteciperà anche Anna Giorgi, docente dell’Università Statale di Milano.

La valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico attraverso il turismo sta assumendo un ruolo fondamentale nel potenziare la richiesta di servizi, con impatti significativi sull’occupazione nei settori dell’ospitalità, della ristorazione e del commercio.

Questa spinta si estende anche all’indotto della filiera dell’artigianato, contribuendo a consolidare l’economia locale e, simultaneamente, a preservare le radici culturali del territorio.

La sfida consiste nel mantenere un equilibrio sostenibile tra la crescita economica e la salvaguardia delle tradizioni.

La tavola rotonda organizzata il 29 febbraio in tema (organizzata da Confartigianato di Brescia e Lombardia Orientale) vedrà i saluti di benvenuto di Massimo Ghetti (presidente Fscv) e Andrea Ghetti (sindaco di Capo di Ponte) oltre a Giovanni Tosi (delegato comunale Capo di Ponte e componente di Ge Confartigianato Brescia).

La presentazione sarà introdotta da Fabio Peloso (presidente mandamento Valle Camonica di Confartigianato Brescia).

Oltre alla Giorgi si siederanno al tavolo Eugenio Massetti (presidente Confartigianato Brescia), Barbara Mazzali (assessore al turismo, marketing territoriale e moda di Regione Lombardia), Massimo Maugeri (assessore cultura turismo e valorizzazione del territorio della Comunità montana Valle Camonica) e Graziano Pennacchio (amministratore delegato di Visit Brescia).

Proprio a Massimo Maugeri, incontrato durante la manifestazione MyPlant&Garden abbiamo rivolto qualche domanda su come stanno affrontando il tema del turismo sostenibile in Valcamonica. Ecco gli spunti in anteprima.

Condividi: