Home Eco Lifestyle Con un mutuo green si risparmia e si aiuta l’ambiente

Con un mutuo green si risparmia e si aiuta l’ambiente

0
Con un mutuo green si risparmia e si aiuta l’ambiente

Risparmio energetico e finanziamenti più convenienti grazie a tassi di interesse competitivi. Ora è possibile raggiungere entrambi i traguardi se si sceglie un mutuo green.

È quanto emerge dall’ultima indagine di MutuiOnline.it che ha calcolato la spesa che oggi si affronta per un mutuo casa, considerando le diverse tipologie di mutuo.

Nell’analisi è stato considerato il caso di un giovane di 32 anni che intende comprare un immobile da 200mila euro, accendendo un mutuo trentennale da 120mila euro.

Se l’appartamento è ad alta efficienza energetica si può far richiesta di un mutuo verde, che offre un tasso fisso con un Tan del 2,55%, una rata di 477 euro e interessi di circa 53.000 euro.

Se si optasse per la migliore offerta a tasso fisso standard ci si ritroverebbe a fare i conti con un Tan del 2,90%, una rata da 499 euro e interessi totali di circa 61.700 euro. Infine, se si virasse su un mutuo a tasso variabile, ai tassi odierni, avremmo un Tan del 4,66%, una rata di 622 euro – ossia oltre di 120 in più rispetto al fisso – e interessi totali di circa 105.000 euro.

In pratica, il mutuo green è la soluzione più vantaggiosa a oggi: basti pensare che si risparmia il doppio rispetto al tasso variabile.

Un dato che viene confermato anche se si sceglie un altro profilo di richiedente mutuo, come una coppia di quarantenni che intende acquistare un appartamento più grande per trasferirsi con i figli e fa richiesta di un mutuo trentennale da 250.000 euro per una casa di 400.000 euro.

L’offerta a tasso fisso tradizionale più conveniente per questo importo sarebbe del 3,20%, con una rata di 1.081 euro e un totale interessi di poco più di 143.000 euro, mentre la migliore offerta a tasso variabile presenterebbe una rata di 1.323 euro, quasi 250 euro in più a quella del tasso fisso, con un totale interessi di oltre 230.000 euro.

Per risparmiare in maniera significativa si potrebbe allora optare per un mutuo green con Tan al 2,55%, una rata sotto di 994 euro e interessi totali di 110.000 euro. Parliamo del 23% in meno rispetto al mutuo a tasso fisso e del 52% in meno rispetto al mutuo a tasso variabile.

Cos’è e a chi si rivolge un mutuo green

I mutui green, conosciuti anche come mutui verdi, sono pensati per finanziare l’acquisto di immobili ad alta efficienza energetica, ossia dalla classe energetica B in su, o per riqualificare l’abitazione preesistente, migliorandola sul piano energetico.

Questi prodotti mirano a favorire il risparmio energetico, contribuendo al miglioramento dell’ambiente circostante, e ad ammodernare il patrimonio immobiliare.

Chi fa richiesta di un mutuo green accede a condizioni di finanziamento più convenienti e al contempo beneficia di un appartamento moderno, efficiente e sicuramente di maggiore valore nel tempo.

Inoltre, un mutuo verde permette di risparmiare, oltre che sui costi del finanziamento, in prospettiva anche sui consumi domestici.

I documenti da presentare in banca

Per richiedere un mutuo green in banca o presso una società finanziaria, bisogna produrre una serie di documenti. Necessarie anche alcune certificazioni riguardanti l’immobile oggetto di finanziamento.

In particolare, vanno consegnati:

  • copia del documento di identità del richiedente mutuo
  • codice fiscale
  • documenti reddituali
  • Attestato di Prestazione Energetica (Ape) che certifica che l’immobile che si sta comprando rientra nelle classi energetiche A, B o C
  • documenti tecnici, quali: preventivo di lavori, fatture, permesso a costruire, segnalazione certificata di inizio attività, visura catastale, planimetrie e tutti i documenti riguardanti il progetto di costruzione o ristrutturazione dell’immobile
Condividi: