Home Energy and Mobility Ferrari e Università di Bologna, collaborazione di ricerca su materiali e processi...

Ferrari e Università di Bologna, collaborazione di ricerca su materiali e processi elettrochimici innovativi

E-Cells Lab

Un laboratorio di ricerca dotato di attrezzature all’avanguardia, per lo studio e lo sviluppo di materiali e processi elettrochimici innovativi, che portino allo sviluppo di nuove celle al litio: a Bologna nasce l’E-Cells Lab

La mobilità elettrica, almeno per i veicoli leggeri, sarà trainante in un prossimo futuro: lo conferma il fatto che negli ultimi anni gli sviluppi e le innovazioni nel campo delle batterie hanno fortemente accelerato la loro evoluzione.

La motor valley non poteva continuare a restare a guardare ed è così che, grazie alla collaborazione tra l’Università di Bologna, Ferrari e Nxp Semiconductor è nato un centro innovativo di ricerca all’interno del Plesso di Ateneo ex Bodoniana.

L’obiettivo di E-Cells Lab sarà quello di studiare le celle al litio allo stato semi solido (Ssb) e allo stato solido a elevate prestazioni (Assb). Il laboratorio, costituito da due aree, sarà dedicato alla preparazione, all’analisi e alla caratterizzazione di materiali elettrodici e di elettroliti solidi.

Tra i punti di attenzione delle ricerche la carica rapida, la sicurezza e le alte prestazioni delle celle; gli studi cercheranno inoltre di sviluppare dispositivi elettronici avanzati per l’applicazione di tecniche evolute di controllo e gestione dei cicli di carica/scarica delle celle stesse.

E-Cells Lab

I risultati raggiunti dal laboratorio permetteranno a Ferrari di integrare le innovazioni negli sviluppi dei propri fornitori di batterie, trasferendo verso i ricercatori universitari nozioni e pratiche di eccellenza nel settore dell’accumulo elettrochimico di energia e dei materiali funzionali.

Nozioni ed esperienze che potranno quindi aiutare Nxp Semiconductor a sviluppare sistemi di sensing e di controllo delle batterie di prossima generazione.

Condividi: