Home Eco Lifestyle A Milano non ci sono scuse per rimanere in casa: attività nel...

A Milano non ci sono scuse per rimanere in casa: attività nel verde del fine settimana

giacimenti urbani - cascina cuccagna

Tante le attività fruibili all’interno della città metropolitana: ecco quelle che abbiamo selezionato per voi tra venerdì 10 e domenica 12 maggio, tra visite ai parchi e giochi come la cuccagna

Nel parco della Vettabbia, venerdì 10 e sabato 11 maggio si terrà il 10° festival internazionale dei depuratori. Chi volesse recarsi presso il depuratore di Milano Nosedo avrà modo di passeggiare all’interno di un museo d’arte moderna a cielo aperto e nel segno della tradizione di Arte da mangiare mangiare Arte godersi un picnic d’artista.

Previste performance e visite guidate alle installazioni d’arte del Maf – Museo acqua Franca che quest’anno ha come tema Dal fango, la Cenere: Artisti custodi del focolare della città.

A spasso con le Gev

Sabato 11 maggio, dalle 10 alle 12, si può prenotare la visita del parco Francesco di Cataldo (Municipio 2), accompagnati dalle Guardie ecologiche volontarie (Gev).

Sarà questo  il primo incontro di un ciclo di dodici passeggiate botaniche dal titolo Meraviglie e tesori nascosti nei parchi di Milano che prosegue fino a ottobre in tutta la città alla scoperta di oltre 170 specie che caratterizzano il verde urbano.

Il programma dell’edizione 2024 prevede, oltre all’appuntamento di sabato 11 maggio, il 18 maggio al parco Vittorio Formentano (Municipio 4), il 26 maggio al parco Monte Stella (Municipio 8), l’8 giugno al parco Alessandrina Ravizza (Municipio 5), il 15 giugno al parco Sempione (Municipio 1), il 16 giugno al parco Walter Chiari (Municipio 9), il 23 giugno al giardino della Villa Belgiojoso Bonaparte (Municipio 1).

Le date autunnali sono il 7 settembre con il parco don Giussani (Municipio 6), il 14 settembre il parco delle Cave (Municipio 7), il 22 settembre il parco Guido Vergani e il giardino Valentino Bompiani (Municipio 8), il 6 ottobre il parco della Lambretta (Municipio 3) e il 26 ottobre il parco Lambro (Municipio 3).

Tutte le visite sono fissate tra le ore 10 e le 12, per i punti di ritrovo è possibile consultare il sito del Comune di Milano con il calendario di tutti gli appuntamenti. Le visite sono aperte a tutti, gratuite e non richiedono prenotazioni.

In Cascina Cuccagna

Domenica 12 maggio ci troviamo alla Cascina Cuccagna che festeggia ben dodici anni di attività con un palinsesto di appuntamenti a ingresso libero.

Dal mattino alla sera, nei saloni settecenteschi, nei cortili e nell’orto, sono in programma spettacoli di musica e teatro, letture, laboratori e giochi in giardino, incontri e lezioni.

E c’è anche un nuovo percorso da sostenere: la trasformazione di Via Cuccagna in Nuovo Vicolo Cuccagna che diventerà uno spazio pubblico pensato per accogliere i bisogni e i desideri del quartiere.

Il progetto di riqualificazione è aperto alla partecipazione dei cittadini che possono contribuire con l’acquisto dei biglietti della Lotteria di Cascina Cuccagna 2024. I biglietti sono in vendita a 2,50€ negli uffici della cascina e ai banchetti durante gli eventi del 12 maggio, fino all’estrazione delle ore 18.

Tra le attività in palinsesto, grande attesa per la competizione dilettantistica Il Palo della Cuccagna, il tavolo dello scambio Passamano Cuccagna – Cerchio del dono, la prima edizione di una rassegna di stand-up comedy, Il Puzzle dei diritti a cura di Emergency.

Poi, ancora, il lavoro a maglia come occasione di socialità, il giardinaggio per le famiglie, lo spettacolo di burattini Meneghino in Cuccagna, il laboratorio di liuteria che si conclude con un concerto, lezioni su sull’irrigazione sostenibile anche a casa, la tecnica pittorica dell’acquerello, letture teatrali e presentazione di libri, la rassegna di cortometraggi sulla ruralità in Lombardia e, infine, le proposte di un posto a Milano dedicate all’anniversario di Cascina Cuccagna.

E poi c’è Orticola

Fino a domenica 12 maggio ai Giardini Indro Montanelli torna Orticola che quest’anno punta a rivalutare oltre alla bellezza delle piante anche i giovani giardinieri e vivaisti.

Come Gabriele Cantaluppi, che si occupa dei generi Alstromeria, il giglio del Perù, Pelargonium, quelli che chiamiamo gerani, e Aspidistra, la pianta di ferro; Andrea Sebastiano Sarli che ha un vivaio sostenibile che promuove piante e fiori recuperati, autoctone e alloctone. O ancora Simone Lefevre che presenta Iris ‘Rosalie Figge’, una iris barbata alta e Luca Recchiuti dell’Azienda Agricola Le Muse con le sue piante tropicali e subtropicali. Tanti i milanesi che sono già passati nei giorni scorsi. Ma di piante ce ne sono ancora tante in vendita.

 

 

Condividi: