Home Eco Lifestyle Una petizione per salvare il Bosco Lanerossi di Vicenza

Una petizione per salvare il Bosco Lanerossi di Vicenza

bosco lanerossi

Firmate anche voi, su Change.org, la petizione per salvare il Bosco Lanerossi a Vicenza, interessato da un progetto di ampliamento ferroviario destinato a passare proprio per l’area verde…

Il progetto di Rfi (Rete ferroviaria italiana) e di Iricav Due – general contractor a cui è affidata la progettazione e la realizzazione della nuova linea ferroviaria ad alta capacità veloce Verona-Padova – andrà a incidere pesantemente con i cantieri dell’opera ferroviaria sull’area boschiva Lanerossi, dove si prevede di creare un’enorme spianata di terra battuta e cemento di 11.320 mq e di lasciare solo 50 mq di area verde.

Il Bosco Lanerossi nato nell’area che costituiva il parco dell’ex Pettinatura Lanerossi, chiusa dal 1994 e ormai abbandonata, ha un’ampiezza di circa 60mila metri quadrati.

Nell’ultimo trentennio, per l’abbandono del luogo, la natura ha preso il sopravvento creando un bosco selvaggio in cui la biodiversità ha prosperato: tra i vari esemplari animali sono presenti tassi, caprioli, numerosi uccelli e insetti di ogni genere e tipo, cui fanno da habitat alberi secolari maestosi e almeno 75 specie vegetali di una cinquantina di famiglie diverse.

In particolare è presente un Liquidambar styraciflua secolare della circonferenza di 4,20 m e un’altezza stimata di 18/20 m per cui è stato iniziato l’iter per il riconoscimento come albero monumentale.

Il bosco, inoltre, rappresenta un polmone verde patrimonio di tutta la città, che non sarà possibile ripristinare una volta abbattuto. Le compensazioni promesse nelle relazioni tecniche del progetto non sono all’altezza del valore ambientale del bosco attualmente esistente.

La complessità dell’ecosistema esistente non è compensabile con nuove piantumazioni artificiali. Quest’area è una palestra di studio a livello universitario per come la natura è riuscita a prendere il sopravvento in un luogo industrializzato.

Per salvare il bosco si stanno raccogliendo firme: partecipare anche voi!

Condividi: