Home Eco Lifestyle Capsule collection attente alla sostenibilità:la collaborazione tra Scholl e Acbc

Capsule collection attente alla sostenibilità:la collaborazione tra Scholl e Acbc

collaborazione scholl e acbc

Scholl e Acbc hanno collaborato a Everlasting Icon, progetto di responsabilità per la progettazione di prodotti sviluppati in maniera più responsabile

Sviluppare e realizzare prodotti in maniera più responsabile, compiendo quei passi per aiutare l’industria della moda a raggiungere un futuro più green, consapevole e sostenibile.

Questi gli obiettivi della collaborazione tra Scholl, importante brand del settore delle calzature, e Abcb, azienda italiana che si occupa di consulenza green B2B, progettazione e produzione di prodotti responsabili.

Collaborazione che si è esplicitata in Everlasting Icon da cui è nata una Capsule collection per la stagione 2024 con il modello Pescura, realizzato utilizzando materiali responsabili in tutte le sue parti.

La tomaia è realizzata in FreeBio mentre la fodera interna è realizzata con Freebio RePa, un materiale alternativo alla pelle derivato da fibre di poliestere riciclate, riempitivi a base minerale e biologica e un materiale di rivestimento a base d’acqua in resina Pu. La suola è in legno, il battistrada in Re-Eva e la fibbia in metallo.

I primi modelli Pescura di Scholl per Acbc, 100% animal free, saranno in vendita a partire da fine maggio 2024 presso rivenditori selezionati, negli store Acbc e online

Inoltre, questi modelli sono dotati della Qr Eco Label che consente di consultare il passaporto digitale del prodotto (Dpp) contenente composizioni dei materiali, certificazioni e informazioni sulla filiera produttiva.

L’implementazione di un programma di ritiro e la collaborazione con strutture di riciclo per garantire che i prodotti vengano smaltiti in modo responsabile e contribuiscano a un sistema a circuito chiuso, completano il progetto di sostenibilità.

Abbiamo voluto approfondire il progetto, rivolgendo alcune domande all’azienda. In che modo avete aiutato Scholl nella realizzazione di questo prodotto sostenibile?

Acbc adotta un metodo scientifico per affrontare i progetti in ambito sostenibilità. In questo caso, l’obiettivo era rendere il modello Pescura circolare, realizzandolo con materiali riciclabili a fine ciclo vita.

Abbiamo iniziato calcolando l’impatto di CO2 del prodotto per identificare i materiali da sostituire. Una volta ottenuti i dati di riferimento per ogni singolo componente, abbiamo coinvolto il team di ricerca e sviluppo per individuare nel nostro database i materiali che soddisfacessero le specifiche tecniche e di riciclabilità richieste dal prodotto e dal progetto.

Superati i test qualitativi sui materiali responsabili proposti, siamo passati alla fase di prototipazione e successivamente all’industrializzazione.

Il risultato è stato sorprendente: il consumatore avrà ai piedi un prodotto identico per qualità e durabilità al modello tradizionale, ma realizzato con materiali riciclabili certificati e corredato di un passaporto digitale che fornisce piena trasparenza sulla composizione di ogni singolo materiale utilizzato.

Quali best practice o servizi avete messo a loro disposizione?

Acbc è composta da circa 40 persone. In questo specifico progetto abbiamo coinvolto un team di analisi, responsabile del calcolo dell’impatto di CO2 nella fase iniziale del progetto; un team R&D dedicato alla ricerca dei materiali nel nostro database, che conta circa 3.800 materiali già testati e validati dai nostri esperti.

La ricerca di questi materiali considera sempre quattro aspetti fondamentali: la certificazione di composizione, l’estetica richiesta dal prodotto, la qualità e la durabilità, specifiche del prodotto e, infine, il prezzo compatibile con il posizionamento di mercato del prodotto finito.

Inoltre, è stato coinvolto un team di ecodesign che ha meticolosamente lavorato con i designer di Sscholl, sulla struttura del prodotto per renderlo facilmente disassemblabile a fine ciclo vita per un eventuale processo di circolarità.

Infine, un team marketing che, in collaborazione con il team marketing di Scholl, ha creato un video in 3D da pubblicare sui canali social e curato la revisione dei contenuti online e offline per garantire informazioni chiare ai consumatori.

Condividi: