Home Green Jobs Green jobber non tenete i curricula nel cassetto. Portateli in Afol

Green jobber non tenete i curricula nel cassetto. Portateli in Afol

green jobs
Immagine da Depositphotos

Afol, l’Agenzia metropolitana per la formazione, l’orientamento e il lavoro di Milano e provincia è alla continua ricerca di chi ha nel proprio curriculum esperienza di Green Job. e l’appello vale per tutta Italia

Green jobber cercasi, ma non trovasi. Lo dicono gli addetti ai lavori, lo confermano i dati di Afol, Agenzia Metropolitana per la formazione, l’orientamento e il lavoro, che sottolinea la disparità tra la domanda e l’offerta di lavoro nei diversi settori del Centro per l’impiego.

E ciò denota la complessità del mercato del lavoro, che deve tener conto di fattori come la specializzazione industriale, la disponibilità di competenze specifiche e le politiche di attrazione della forza lavoro.

Sostenibilità al lavoro a Milano e provincia

Siamo a Milano e provincia, ma è bene sapere che tutti possono portare il curriculum in Afol, inserirsi in banca dati o candidarsi alle offerte. Basta che sia ben chiaro che si sia poi disponibili a colloqui di lavoro e trasferimenti.

In questo caso non mancheranno anche servizi formativi e di accompagnamento al lavoro o ai servizi di orientamento. Ma quali sono le figure più richieste? Certo dire Green Job è molto vago, ma di fatto  non possono mancare nei cv aspetti che mostrino come il lavoro che si vorrebbe fare implica un’attenzione alla Sostenibilità.

Sei un elettricista: prova a pensare che il tuo futuro possa essere anche nel settore delle installazioni delle pompe di calore. O negli accumulatori. E inizia quindi a specializzarti. Ma questo è solo un esempio. La transizione energetica cerca addetti e le opportunità non mancano.

Ne parliamo in questa videointervista con Diana De Marchi, consigliera delegata alle Politiche del Lavoro, Politiche Sociali, Pari opportunità Città Metropolitana di Milano e con Grazia Pietrini, responsabile incontro domanda e offerta Afol.

Ben chiaro come Afol sia una realtà che dovrebbe essere replicata in tutta Italia. Soprattutto per l’organizzazione territoriale che ogni anno migliora.

In questo modo i centri per l’impiego di Milano sono facilmente raggiungibili in sedi distaccate come quella all’interno della ex sede dell’Anagrafe di via Paravia 26 (Municipio 7, zona Ovest) e in futuro (ovvero entro il 2025) presso il Centro Civico in via Boifava 17 (Municipio 5, zona Sud); o ancora presso il mercato comunale coperto di Ponte Lambro in via Parea 13 (Municipio 4, zona Est) o in viale Jenner 54 (Municipio 9, zona Nord).

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: