Home Energy and Mobility Taxi e mobilità elettrica: incentivi per veicoli più sostenibili

Taxi e mobilità elettrica: incentivi per veicoli più sostenibili

taxi incentivi mobilità
Immagine da Depositphotos

Un accordo tra Uber Italia e alcune cooperative di taxi – a Roma, Milano e Napoli – facilita il passaggio ad auto a basse emissioni: un contributo che aiuta a traghettare la mobilità verso sistemi meno impattanti sull’ambiente

Sostenibilità ed elettrificazione dei mezzi nelle tre principali città italiane – Roma, Napoli e Milano – grazie a un accordo tra Uber Italia e alcune cooperative di radiotaxi che fanno parte del consorzio itTaxi che, già due anni fa, aveva stretto una collaborazione con l’app.

La nuova iniziativa di Uber servirà a mettere a disposizione dei veicoli dei radiotaxi del consorzio itTaxi – il 3570 a Roma, il 6969 a Milano e La Partenope di Napoli – condizioni favorevoli per l’acquisto e il leasing di vetture a emissioni zero.

Nel pacchetto di incentivi studiato da Uber, itTaxi e Tesla rientrerà la scelta di diversi modelli di vetture elettriche a chilometraggio illimitato consono alle necessità tipiche dei taxi, condizioni di pagamento vantaggiose e ulteriori incentivi.

Inoltre, Uber e itTaxi, metteranno a disposizione dei taxi del radiotaxi 3570 di Roma una fornitura di colonnine di ricarica di veicoli elettrici.

Un percporso che non si fermerà a queste tre città perché, dichiara il general manager di Uber Italia, Lorenzo Pireddu, “iniziamo con i radio taxi di Roma, Milano e Napoli e contiamo di estendere le partnership e relativi incentivi anche ai taxi delle altre cooperative e radiotaxi del consorzio itTaxi con cui collaboriamo in tutto il Paese“.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: