Home Tecnologie Usare la tecnologia per aumentare le donazioni a progetti sociali e ambientali

Usare la tecnologia per aumentare le donazioni a progetti sociali e ambientali

fundraising
Immagine da Depositphotos

La generosità e la sensibilità non possono essere sostituite dall’intelligenza artificiale; tuttavia, la startup italiana Cents ha sviluppato un sistema che rivoluziona l’esperienza di donazione…

Si chiama Cents la startup innovativa fondata da tre giovani under35 di Perugia che ha l’ambizione di “rivoluzionare l’esperienza di donazione”. In che modo? Attraverso la tecnologia, in particolare, con intelligenza artificiale e machine learning ha creato una piattaforma di donazioni innovativa e moderna.

Questo perché, come spiega il Nonprofit tech for good Report, il 58% dei donatori preferisce oggi fare donazioni online tramite piattaforme digitali, mentre il 35% utilizza i dispositivi mobili per le donazioni.

Un altro aspetto importante è la trasparenza: l’85% dei donatori vuole sapere in che modo viene utilizzato il denaro donato e il 78% preferisce fare donazioni a organizzazioni che forniscono report dettagliati sull’impatto dei loro contributi

Se l’approccio tecnologico e trasparente è sempre più importante, soprattutto per le nuove generazioni, lo è anche il riuscire a connettere i brand alla rete di associazioni no profit e al pubblico che vuole donare.

Per questo la piattaforma di Cents è donor centric, ovvero, grazie al sistema di raccomandazione (Cause Recommendation System) basato sui comportamenti degli utenti (i behavioural data) che fa sì che chi dona lo faccia supportando cause e progetti in linea con i propri valori, interessi e disponibilità economiche.

Cents facilita le donazioni con un modello Impact-as-a-Service

Il linguaggio comunicativo è quello tipo delle startup tecnologiche – donor centric, behavioural, fintech – ma l’intento della piattaforma Cents è quello di rendere disponibile un ecosistema di cause ad alto impatto sociale e ambientale che faciliti le donazioni benefiche in modalità tracciabile, trasparente e rendicontabile.
team cents

La piattaforma si basa su un modello Impact-as-a-Service (Iaas) che connette aziende e brand (insieme con le loro comunità) a un’ampia rete di organizzazioni non profit (più di 60, nazionali e internazionali), semplificando l’identificazione e la selezione delle cause, insieme alla simultanea verifica e rendicontazione dei processi di raccolta fondi (per garantire totale trasparenza) e fornendo dati chiave sull’impatto generato per il Bilancio di Sostenibilità di Società Benefit, B-Corp (anche in fase di certificazione), ma anche società quotate o a emissione informativa volontaria.

Inoltre, attraverso un sistema di analisi dei dati comportamentali degli utenti – grazie al motore di Ai e di machine learning – Cents permette la creazione di esperienze di donazione personalizzate

Oltre alla verifica dei flussi di donazione – che permette di tracciare i fondi dalla prima immissione fino all’effettiva allocazione a livello di progetto – spiegano i fondatori di Cents – forniamo alle aziende dati e indicatori di performance Esg in linea con i 17 Sustainable Development Goals definiti dall’Onu, uniformati con i requisiti stabiliti dalla Corporate Sustainability Reporting Directive”. 

Cents, fondata nel 2021 a Perugia da Riccardo Valobra e Alessio Mazzalupi, cui è seguito l’ingresso come co-fondatore e Cto di Claudio Cardinale, è diventata operativa a partire da dicembre 2023; oggi ha al suo attivo 180 progetti a impatto ambientale e sociale di oltre 60 aziende ed enti no profit.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: