Home Curiosità Luoghi di culto a risparmio energetico

Luoghi di culto a risparmio energetico

città: - pubblicato il:
chiesetta in standard passivo

chiesetta-cerro-4Risparmio energetico ed edilizia ecosostenibile anche per i luoghi di culto in Lombardia?

Ne è un esempio la chiesetta prefabbricata in legno costruita a Cerro Maggiore, popoloso comune della provincia di Milano.

A realizzarla, secondo le linee guida delle costruzioni passive, BLM Domus, divisione del Gruppo Bevilacqua, realtà italiana qualificata nella costruzione di edifici prefabbricati in legno a basso consumo, che per questo progetto ha lavorato in stretta sinergia con l’altra divisione del Gruppo: AB Legno, da 30 anni specializzata nella realizzazione di coperture e strutture in legno.

Edificata nel vasto cortile dell’oratorio Don Vittorio Branca, la cappella, di circa 120 mq, è destinata ad accogliere le celebrazioni organizzate per i ragazzi della parrocchia dei Santi Cornelio e Cipriano.

Fresca d’estate e calda d’inverno per garantire il massimo comfort e ridurre al minimo i consumi energetici, la piccola chiesa è caratterizzata da un’elevata coibentazione dell’involucro, necessaria a mantenere costate la temperatura.

“Per la sua realizzazione, come richiesto dalla direzione lavori, abbiamo optato per l’utilizzo di pareti BLM Domus a telaio con coibentazione interna in fibra di legno, mentre per la finitura esterna abbiamo installato una parete ventilata in doghe di larice. La copertura in legno lamellare, firmata AB Legno, è caratterizzata da un particolare sviluppo di falda elicoidale ed è rivestita esternamente da lastre di rame senza ancoraggi meccanici a vista” spiega Marco Bevilacqua, direttore tecnico di BLM Domus “L’illuminazione naturale è garantita da vetri fissi posizionati in copertura e finestre con serramenti dotati di tripli vetri per massimizzare l’esposizione riducendo al minimo la dispersione di calore”.

Lo stile architettonico, moderno e lineare, è impreziosito dalla copertura in rame, utilizzato anche per il rivestimento dei serramenti e del grande portone scorrevole in legno di oltre 5 metri di larghezza e di 4 metri di altezza. Disegnato ad hoc per questo progetto, consente letteralmente di aprire la cappella verso l’esterno sempre all’insegna del massimo risparmio energetico.

Condividi: