Home Eco Lifestyle Quali sono le migliori opzioni per uno stile di vita consapevole

Quali sono le migliori opzioni per uno stile di vita consapevole

0
Quali sono le migliori opzioni per uno stile di vita consapevole
Immagine da Depositphotos

Secondo gli esperti, il 2 agosto scorso è stato quello che conosciamo come Earth Overshoot day del 2023. Si tratta del giorno da cui parte ufficialmente il sovrasfruttamento delle risorse e quindi indica come da quella data stiamo andando a utilizzare un numero superiore di risorse rinnovabili che in realtà abbiamo… siamo ufficialmente in debito.

Secondo le ricerche, consumiamo 1,7 pianeti all’anno di risorse rinnovabili e questo potrebbe salire a 2 pianeti all’anno entro il 2030 se non cambiamo il modo di vivere.

Il Wwf, per esempio, racconta che ci sono tantissime opzioni per intervenire e fare in modo che i possa contrastare il fenomeno evitando di mandare in sofferenza l’intero Pianeta.

Un esempio? Sicuramente cercare di preferire energia proveniente da fonti rinnovabili potrebbe riuscire a spostare la lancetta avanti di molti giorni, così come combattere lo spreco alimentare è da prendere in considerazione.

Nonostante molti pensino che possano essere Cina e Giappone o gli Usa i più spreconi dobbiamo ricrederci: l’Italia è tra i Paesi in cima a quelli con debito ecologico… tanto che per noi sarebbe arrivato già il 15 maggio l’Overshoot Day.

Cosa possiamo fare? Scegliere uno stile di vita consapevole implica prendere decisioni ponderate e informate che riflettano la nostra attenzione verso l’ambiente, la salute e il benessere ma soprattutto significa essere più consci delle scelte che facciamo e dei loro impatti a lungo termine.

Attenzione allo shopping

Tra le diverse opzioni di consumo responsabile in ambito tech invece consigliamo l’acquisto di telefoni ricondizionati; non solo ci aiuta a risparmiare denaro, ma riduce anche la quantità di rifiuti elettronici.

Forse non sapete esattamente di cosa si tratta, non sono semplicemente smartphone usati ma possiamo definirli come dispositivi di seconda mano rimessi a nuovo; vengono controllati e risistemati per poter avere un funzionamento ottimale.

Quando si tratta di consumo responsabile, le scelte di acquisto giocano un ruolo cruciale; in ambito moda, per esempio, optare per capi di qualità e realizzati con materiali sostenibili, può ridurre la necessità di acquisti frequenti e promuovere una moda più etica. Ridurre il consumo di fast fashion può contribuire a combattere lo spreco di risorse.

Ridurre gli sprechi, soprattutto quelli alimentari

Adottare un’alimentazione consapevole può significare scegliere alimenti che siano stati prodotti in modo sostenibile; optare per cibi locali e di stagione può ridurre l’impatto ambientale legato al trasporto ma è soprattutto ridurre il consumo di carne e preferire fonti proteiche vegetali che può contribuire a ridurre l’emissione di gas serra e quindi ridurre l’impatto sul mondo.

Un capitolo a parte vogliamo riservarlo all’acqua: si tratta di un bene prezioso che non deve essere sprecato, ma chi ha la fortuna di vivere nel mondo occidentale sa bene quanto possa bastare l’applicazione di un depuratore al rubinetto per bere acqua di qualità evitando rifiuti di plastica monouso.

Trasporto più sostenibile

Non è un mistero che il traffico sia tra i responsabili dell’inquinamento ma come si può risolvere questa situazione? Per combattere l’OvershootDay, per esempio potete optare per l’uso di mezzi pubblici.

Anche la bicicletta anziché l’auto privata può contribuire a diminuire le emissioni di gas serra migliorando la qualità dell’aria nelle città o in alternativa, il car sharing e altre forme di mobilità condivisa sono opzioni che non dovreste trascurare: condividere un’auto con altre persone anziché possederne una può ridurre il numero complessivo di veicoli in circolazione e ridurre il traffico.

Crediti immagine: Depositphotos

Condividi: