Home Curiosità La montagna che verrà, nuovi abitanti e comunità di ritorno

La montagna che verrà, nuovi abitanti e comunità di ritorno

montagna che verrà

montagna che verràIl Festival La montagna che verrà vuole raccontare storie e far incontrare persone. Storie di persone e comunità che hanno scelto le terre alte marginali per vivere e lavorare. Scelte individuali o collettive, a volte eccentriche, a volte difficili, a volte curiose e fuori dagli schemi.

Storie di passione per l’ambiente raccontate dagli stessi protagonisti attraverso parole, immagini e filmati. La montagna che verrà dà voce a quella montagna che vuole continuare a vivere con le sue forze.

Il Festival, che si svolgerà sabato 19 luglio in località Pian de la Cesa Val di Seren (Seren del Grappa, Belluno), è diviso in due momenti: dentro, la mattina, in cui la Valle di Seren si presenterà attraverso i suoi paesaggi e tre storie di ritorno; fuori, il pomeriggio e la sera, in cui invece si racconteranno casi provenienti da diverse valli dell’arco alpino.

L’idea, nata da un gruppo di giovani all’interno delle attività promosse dalla Fondazione Val di Seren ONLUS, ha visto la luce grazie alla sensibilità di G.A.L. Prealpi e Dolomiti e CAI Gruppo Terre Alte e alla collaborazione di Comune di Seren del Grappa, Comune di Feltre, Provincia di Belluno, Comunità Montana Feltrina.

Un grazie particolare va al sostegno di Gruppo Valle e Parrocchia di Valle di Seren, Agriturismo Albero degli Alberi, Agriturismo San Siro, Bar-Trattoria Pian de la Cesa, Pizzeria da Tilione, Rifugio Bocchette, De Bacco Vini, Giada Peterle, Libreria-Editrice Agorà, VivoFilm e alla gentilezza e disponibilità di tutti i relatori presenti.

Condividi: