Home Studenti Green Le scuole italiane studiano il fotovoltaico sul campo

Le scuole italiane studiano il fotovoltaico sul campo

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
sostenibilità e green planner news
Foto di anncapictures da Pixabay

fotovoltaico a scuolaDecine di studenti italiani e stranieri hanno fatto visita al parco fotovoltaico di Malalbergo per studiare la produzione dell’energia solare. L’iniziativa, nata dall’incontro tra Graziella Green Power e il Liceo Classico di Arezzo, è rientrata tra le tappe del progetto Comenius che, finanziato dalla Comunità Europea, ha visto alunni e docenti delle scuole superiori di sei nazioni (Francia, Inghilterra, Italia, Norvegia, Polonia e Ungheria) confrontarsi sui temi delle energie rinnovabili.

In quest’ottica, una delle esperienze più significative dei giorni trascorsi ad Arezzo è stata senza dubbio la scoperta di Malalbergo, un impianto realizzato da Graziella Green Power e situato su ventisei ettari del territorio comunale di Cortona. Con i suoi 48.000 pannelli installati e con una produzione di energia elettrica pari a quattordici milioni di kilowatt all’anno, il parco è la più grande centrale fotovoltaica della Toscana e rappresenta uno dei fiori all’occhiello tra gli impianti dell’azienda aretina.

“Il progetto Comenius” spiega la professoressa Antonietta Rocco del Liceo Classico “ha visto tutti gli studenti coinvolti confrontarsi sulla tutela dell’ambiente, soffermandosi di volta in volta su una tematica ben precisa. Ad Arezzo ci siamo concentrati sulle energie rinnovabili, dunque siamo felici di aver avuto l’opportunità di visitare e di conoscere una realtà d’eccellenza come il parco fotovoltaico di Malalbergo”.

Graziella Green Power, rappresentata da Andrea Paffetti e da Shaun Gioele Gori, ha dunque condotto gli studenti a conoscere le potenzialità legate allo sviluppo delle energie rinnovabili, ripercorrendo la storia e la funzionalità del parco cortonese. Un parco da record che, inaugurato il 30 maggio 2011, è stato realizzato e messo in parallelo con la rete di distribuzione in sole undici settimane, con una superficie captante di otto ettari che soddisfa il consumo medio annuo di circa 5.500 famiglie.

Malalbergo rappresenta dunque un caso emblematico degli investimenti di Graziella Green Power nello sviluppo delle energie alternative che hanno permesso all’azienda di diventare il primo operatore privato italiano nel settore fotovoltaico e in assoluto uno dei maggiori produttori di energia solare.

“Il parco fotovoltaico di Malalbergo” spiega Iacopo Magrini, amministratore delegato di Graziella Green Power “è il simbolo dell’impegno del gruppo Graziella nel comparto dell’energia rinnovabile per riuscire a sviluppare un settore strategico del nostro Paese attraverso un’attività imprenditoriale che sia anche benefica per l’ambiente in cui viviamo”.

Condividi: