Home Agricoltura e Bio SANA, i numeri del successo del salone del biologico

SANA, i numeri del successo del salone del biologico

città: Bologna - pubblicato il:
sana 2016

sana 2016SANA cresce nei numeri, nell’assortimento, nell’interesse di operatori e pubblico.

Si è chiuso il Salone internazionale del Biologico e del Naturale con risultati eccellenti anche in termini di pubblico: sono stati 47.221 i visitatori che da venerdì 9 settembre hanno visitato SANA per conoscere e acquistare il meglio della produzione bio e naturale italiana e internazionale nei settori dell’alimentazione, della cura del corpo e del green lifestyle.

I 5 grandi padiglioni di SANA 2016 sono stati il punto di riferimento del comparto, confermando l’evento come primo appuntamento in Italia e secondo in Europa; il luogo privilegiato di incontro fra Istituzioni, Enti, Associazioni, produttori, buyer e consumatori.

Un trend emerso anche dalla ulteriore forte qualificazione dei visitatori della manifestazione operatori professionali italiani ed esteri, interessati a individuare occasioni di business per un settore in forte espansione e nel quale il made in Italy è fra i protagonisti.

SANA 2016 si è aperta alla presenza di Andrea Olivero, Vice Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali che ha ribadito come gli obiettivi del piano strategico nazionale siano in linea con le istanze degli operatori: la semplificazione normativa, la revisione del sistema di controllo, l’allocazione di maggiori risorse al biologico coordinando gli incentivi dei piani di sviluppo regionali, azioni sulle politiche di filiera e sull’interprofessionalità, focus su formazione e ricerca e interventi per la promozione del Made in Italy all’estero.

“Condividiamo il successo di SANA 2016 con i suoi protagonisti” ha dichiarato Antonio Bruzzone, Direttore Generale BolognaFiere “gli espositori, gli operatori e i nostri partner ci hanno supportato nell’impegno: Federbio per la collaborazione strategica, i Ministeri dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per gli importanti patrocini, Cosmetica Italia per il contributo; IFOAM (International Federation of Organic Agriculture Movements) e ICE (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), per il sostegno al programma buyer e le istituzioni locali, da sempre sensibili al tema del biologico e naturale”.

Al convegno inaugurale il direttore generale di BolognaFiere, Antonio Bruzzone, aveva annunciato l’iniziativa a favore delle popolazioni colpite dal recente terremoto che prevede la devoluzione di 1 euro per ogni biglietto di ingresso venduto a prezzo intero.

Sono stati circa 4.800 i partecipanti all’intenso programma culturale che si è articolato negli oltre 60 convegni, nei tre incontri dell’Academy e nei numerosi appuntamenti organizzati dalle aziende, dalle associazioni e dagli enti di categoria che hanno sviluppato le tematiche di maggiore attualità e interesse.

Il trend di crescita di SANA segue la tendenza del mercato come illustrato nel giorno inaugurale, alla presenza tra gli altri di Andrea Olivero, Vice ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, nell’Osservatorio SANA-ICE 2016 Tutti i numeri del Bio promosso e finanziato da ICE in collaborazione con BolognaFiere e realizzato da Nomisma con il patrocinio di FederBio e AssoBio.

La ricerca ha messo in evidenza che 7 famiglie su 10 (circa 18 milioni di nuclei familiari) hanno acquistato una volta nell’ultimo anno almeno un prodotto biologico e che tutti gli indicatori più importanti sono in crescita: superfici (+7,5% rispetto al 2014), operatori (+8,2% rispetto al 2014), vendite (+15% rispetto al 2014). Ma non è solo il mercato interno a ottenere ottimi risultati: l’export cresce addirittura del +408% rispetto al 2008 e del +16% rispetto a un anno fa.

Condividi: