Home Imprese Sostenibili FareRaccolta, differenziata non convenzionale

FareRaccolta, differenziata non convenzionale

città: - pubblicato il:

Un progetto promosso da 22 esercizi commerciali di Riccione trasformerà il rifiuto da costo a risorsa, permettendo ai cittadini di fare raccolta differenziata di qualità, di abbattere le emissioni di CO2 e di ottenere un buono spesa in cambio

L’iniziativa “non convenzionale” è stata inaugurata il 23 giugno a Riccione Paese: 22 attività commerciali della città romagnola si sono unite per salvaguardare l’ambiente e dare ai cittadini uno strumento educativo e utile per fronteggiare la crisi.

FareRaccolta, progetto di Omar Pivi reso possibile dai sistemi Eurven, permetterà di trasformare i rifiuti da costo per la collettività a risorsa per i cittadini e per gli stessi esercizi commerciali.

Ai primi basterà buttare i rifiuti in plastica PET nei sistema predisposti per innescare il processo che permetterà di differenziare i rifiuti, abbattere le emissioni di CO2 derivanti dalla loro movimentazione e dal mancato utilizzo del materiale per la fase di riciclo, ottenendo un buono spesa da utilizzare negli esercizi aderenti.

La non convenzionalità del progetto sta quindi nel trasformare un costo per la collettività in un gesto di civiltà da parte dell’utente, che ottiene anche un incentivo economico utile a diminuire il costo dei propri acquisti.

“Oggi è un giorno molto importante per l’ambiente e per tutti gli abitanti di Riccione” ha dichiarato Carlo Alberto Baesso, General Manager di Eurven “FareRaccolta® è l’essenza della nostra filosofia aziendale, poiché permette una diminuzione dei costi di raccolta e di anidride carbonica emessa, un guadagno immediato, in quanto il rifiuto separato dal sistema può essere subito rivenduto alla filiera del riciclo, l’educazione dei cittadini verso uno gesto importante per il futuro del Pianeta, nonché un vantaggio economico dato dai buoni spesa erogati”.

“Siamo assolutamente felici di poter aderire a questo tipo di progetto e speriamo che si diffonda presto in tutta Italia, perchè il rifiuto è una risorsa e come tale va gestita per il bene di tutti” ha affermato Lucia Baleani, responsabile del Comitato Riccione Paese.

Condividi: