Home Risparmio energetico Tariffe energia convenienti? Le novità di AEEG per le pompe di calore

Tariffe energia convenienti? Le novità di AEEG per le pompe di calore

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020

nuove-tariffe-aeegCon le nuove tariffe energia introdotte dall’AEEG, l’Autorità per l’energia e il gas, da questa estate chi possiederà una pompa di calore per riscaldare casa pagherà una bolletta più conveniente.

In un momento di crisi e disponibilità economiche altalentanti come quello che stiamo vivendo, le tariffe dell’energia sono un problema per tante famiglie italiane. Gli importi sempre crescenti delle bollete mettono in seria difficoltà i consumatori che si trovano sempre più spesso a confrontare le migliori tariffe Enel Energia, Eni, ma anche Edison o altri per poter puntare a un risparmio effettivo.

Resta il fatto che, nonostante esistano comparatori online per poter rinvernire l’offerta più vantaggiosa, non sempre le persone riescono a trarre un beneficio di rilievo da questi confronti perché le cifre richieste vanno ben oltre le loro possibilità.

Per tutti coloro che si trovano in una situazione simile è in arrivo una buona notizia: infatti partiranno dal primo luglio 2014 le nuove tariffe AEEG per le pompe di calore elettriche, al termine di una fase di consultazione pubblica. L’offerta per l’energia elettrica sarà applicata in via sperimentale agli utenti che usano un impianto a pompa di calore per riscaldare casa. Ma di cosa si tratta esattamente?

In pratica è una nuova tariffa di rete per i consumi ad alta efficienza non più legata al volume dell’energia elettrica utilizzata, ma invece più aderente agli effettivi costi dei servizi di rete quali il trasporto, la distribuzione e la gestione del contatore. Questa tariffa è stata nominata D1 ed è stata approvata dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, per cui potrà essere applicata a livello sperimentale e su base volontaria dai clienti che utilizzano come unico impianto di riscaldamento le pompe di calore.

La D1 sarà una tariffa lineare, capace di rispecchiare i costi reali e potrà essere applicata alle forniture di energia elettrica sia con contratti del mercato libero sia per quelli di maggior tutela per l’abitazione di residenza. Una novità importante è prevista anche per lo sviluppo delle energie rinnovabili e il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica: ci sarà infatti una progressiva eliminazione degli ostacoli alla diffusione di tecnologie innovative come, appunto, le pompe di calore, le piastre di cottura a induzione e i veicoli elettrici, che rientrano nel pacchetto di aggiornamento delle tariffe di trasmissione, distribuzione, misura per il nuovo anno.

Poter risparmiare sui costi di gestione degli impianti di climatizzazione a pompa di calore, insieme al vantaggio garantito dall’Ecobonus ancora in vigore per tutto il 2014, sarà sicuramentre un’importante spinta verso l’adozione di questo dispositivi green. Il presidente di Co.Aer (Associazione Costruttori apparecchiature e impianti per la climatizzazione e pompe di calore, ndr), Alessandro Riello, la decisione dell’AEEG servirà a “rimuovere quegli ostacoli derivanti dall’attuale sistema tariffario elettrico a scaglioni di consumo con prezzi crescenti, che rende elevati i costi variabili delle pompe di calore e impedisce la diffusione di questa elettrotecnologia energeticamente efficiente. Finalmente alla tecnologia delle pompe di calore viene riconosciuto il contributo essenziale che può dare allo sviluppo delle energie rinnovabili e al raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica”.

La nuova tariffa sarà introdotta con un successivo provvedimento, che dovrebbe essere emanato entro il 30 aprile 2014, nel quale saranno definiti anche gli aspetti operativi della fase sperimentale e le modalità di realizzazione di un dettagliato monitoraggio dei consumi dei consumatori italiani.

Condividi: