Home News Tomorrow’s Value Rating 2014: cambiare modo di fare impresa

Tomorrow’s Value Rating 2014: cambiare modo di fare impresa

pubblicato il: - ultima modifica: 6 Agosto 2020
tomorrow value rating

tomorrow value ratingIl Tomorrow’s Value Rating (TVR 2014), pubblicato da DNV GL Business Assurance, valuta la performance delle maggiori aziende mondiali sotto il profilo della sostenibilità.

Per il secondo anno di seguito, Unilever si colloca ai vertici della classifica, mentre al secondo posto seguono, a pari merito, Holcim, Intel e Nestlé.

Il rapporto di quest’anno evidenzia che i leader in materia di sostenibilità hanno dimostrato di avere grandi ambizioni, sono stati capaci di interpretare e affrontare meglio le questioni chiave, nonché di fissare obiettivi intelligenti, significativi e di lungo periodo.

Jon Woodhead, Business Development Manager di DNV GL Business Assurance, spiega: “È sempre più chiaro che la nostra società e la nostra economia globali stanno raggiungendo i limiti per la crescita tradizionale. Purtroppo, solo un piccolo gruppo delle grandi aziende analizzate nel Tomorrow’s Value Rating sembra prepararsi adeguatamente a cambiare il modo di fare impresa”.

I megatrend, come la crescita demografica, la rapida urbanizzazione e il sovra consumo di risorse naturali stanno spingendo la Terra a un punto in cui, senza un cambiamento in tempi brevi, il collasso cessa di essere solo una possibilità remota e diventa una probabilità.

Da 11 anni, il Tomorrow’s Value Rating spinge le aziende valutate a dimostrare con i fatti di essere in prima linea nella ricerca di un modus operandi davvero sostenibile. Esamina strategie, strutture di supporto e i comportamenti aziendali rispetto ai temi concreti più critici; in particolare, si preoccupa di misurare quel che occorre ancora fare per assicurare a tutti un futuro sicuro e sostenibile.

La maggioranza delle 45 imprese analizzate ha ormai fatto proprio l’approccio alla sostenibilità, integrandolo nella strategia d’impresa, sebbene siano ancora poche quelle che se ne stanno avvalendo attivamente per far crescere la propria attività.

Mantenendo il proprio primato, Unilever propone una visione significativamente più ampia, convincente e ambiziosa del futuro per se stessa, per il settore e l’economia globale nel suo complesso. Holcim, invece, produttore di materiali e aggregati per l’edilizia, si distingue per la chiarezza con cui dichiara il proprio impegno ad affrontare alcune delle grandi sfide socio-ambientali.

Conclude Jon Woodhead: “Optare per modalità di crescita economica svincolate dall’impatto, per esempio, delle emissioni di carbonio, delle attività estrattive e della perdita di biodiversità è, in prospettiva, l’unica soluzione possibile. Finora, solo alcuni dei leader esaminati nel nostro Tomorrow’s Value Rating 2014, come Holcim, Unilever e Intel, ha iniziato ad assumersi impegni in questo senso; tutti hanno parecchia strada da fare”.

Condividi: