Home Imprese Sostenibili Il gruppo cinese Sinopec punta sulle rinnovabili

Il gruppo cinese Sinopec punta sulle rinnovabili

pubblicato il: - ultima modifica: 2 Giugno 2020
sinopec

sinopecIl gigante del petrolchimico cinese, Sinopec, punta al mondo del 3d e delle rinnovabili per diversificare i propri investimenti e ridurre la propria dipendenza dalle operazioni di raffinazione del greggio, campo in cui è il più grande operatore di tutta l’Asia.

Sinopec ha già investimenti in parchi industriali, fondi di investimento e istituti di ricerca per l’innovazione, ma vuole estendere a nuovi campi i propri interessi. Lo ha confermato il presidente del gruppo, Fu Chengyu, senza però entrare nei dettagli.

I piani di Sinopec vanno nella direzione voluta dal governo cinese: il primo ministro Li Keqiang ha sottolineato nei in più occasioni l’importanza dell’innovazione nel futuro della Cina, e l’esecutivo da lui diretto ha deciso settimana scorsa lo stanziamento di un fondo da 40 miliardi di yuan (5,5 miliardi di euro) per favorire soprattutto le aziende che vogliono puntare sull’innovazione tecnologica.

Tra gli interessi di Sinopec c’è il mondo dei materiali per la stampa in 3D e l’energia derivata dall’utilizzo di fonti geotermiche, dai biocarburanti, dal solare e dall’eolico, ha spiegato il presidente durante la conferenza annuale del gruppo. Il gigante del petrolchimico cinese ha in cantiere anche un progetto per creare una propria unità di protezione ambientale in chiave anti-inquinamento, ma i nuovi campi che il gruppo intende sondare rappresentano anche un’alternativa all’attuale deprezzamento del greggio.

Il 2014, ha dichiarato Fu Chengyu, è stato un anno impegnativo in cui Sinopec ha dovuto imparare ad adeguarsi alle fluttuazione del mercato, spostando il proprio core business sempre più da una visione manifatturiera del settore a una produzione tecnologicamente più avanzata.

“Spero che tra un decennio o così via, Sinopec sarà un gruppo petrolchimico che poggia su forti basi scientifiche” ha concluso Fu Chengyu.

Condividi: