Home Risparmio energetico Efficienza energetica: la guida a Ecobonus e detrazioni

Efficienza energetica: la guida a Ecobonus e detrazioni

città: - pubblicato il:
efficienza energetica

efficienza energeticaEcobonus e detrazioni per le ristrutturazioni, le FAQ dell’Agenzia delle Entrate per chi vuole migliorare l’efficienza energetica del proprio immobile.

Investire nell’efficienza energetica apportando migliorie al proprio appartamento è una prassi virtuosa che consente di risparmiare e vivere in un ambiente maggiormente ecosostenibile e salubre. Per affrontare le spese relative agli interventi per l’isolamento termico o la coibentazione del tetto è possibile mettere IBL Banca e i suoi prodotti a confronto con Findomestic, Fiditalia e altri istituti di credito.

Una volta recuperata la liquidità necessaria è bene sapere che è possibile usufruire di ecobonus e detrazioni fiscali per l’efficienza energetica.

A questo proposito l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida alle agevolazioni fiscali per il risparmio energetico con tutte le informazioni relative alla proroga dell’ecobonus, le ristrutturazioni edilizie, l’acquisto di elettrodomestici ad alta efficienza energetica e tutte le novità previste per il 2015.

Relativamente all’ecobonus, nelle FAQ pubblicate dall’Agenzia delle Entrate leggiamo che se i lavori iniziano nell’arco di alcuni anni, non c’è alcun adempimento da seguire. Infatti l’obbligo di effettuare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate quando i lavori proseguono per più anni è stato eliminato dal decreto semplificazioni fiscali (dl n.175/2014).

Per quanto riguarda invece le agevolazioni fiscali per l’efficienza energetica, è possibile usufruire delle detrazioni sulle spese per la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento, per il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre, comprensive di infissi); per l’installazione di pannelli solari; per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Le detrazioni, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo, sono riconosciute nelle seguenti misure: 55% delle spese sostenute fino al 5 giugno 2013 e 65% delle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015 sia per interventi sulle singole unità immobiliari sia quando l’intervento è effettuato sulle parti comuni degli edifici condominiali, o se riguarda tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio.

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento inclusi inquilini e coloro che dispongono dell’immobile in comodato.

Si può usufruire delle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie nel caso di cambio della destinazione d’uso a condizione che, specifica l’Agenzia delle Entrate, nel provvedimento amministrativo che autorizza i lavori risulti chiaramente che i lavori che saranno effettuati comportano il cambio d’uso del fabbricato, da ufficio ad abitazione.

Come stabilito dalla Legge di Stabilità per tutto il 2015 è valido il bonus per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici, di classe non inferiore alla A+ (A per i forni). È previsto un bonus fiscale nella misura del 50%. Si può usufruire delle agevolazioni, specificano dalle Entrate, anche se il rogito non c’è ancora purché si disponga di un contratto preliminare di compravendita registrato all’Agenzia delle Entrate. È possibile accedervi anche se i mobili sono stati acquistati per mezzo di un finanziamento. Insomma l’efficienza enegetica fa bene all’ambiente e anche alle proprie tasche!

Condividi: