Home News Risparmio energetico e consumo sostenibile delle risorse

Risparmio energetico e consumo sostenibile delle risorse

pubblicato il: - ultima modifica: 2 Giugno 2020
risparmio energetico

risparmio energeticoL’Onu ha proclamato il 2015 come anno internazionale della luce con l’obiettivo di accrescere consapevolezza e sensibilità dei cittadini nei confronti del risparmio energetico e del consumo sostenibile delle risorse.

Il 13 febbraio anche la Provincia di Bolzano parteciperà all’iniziativa M’illumino di meno, sottolineando il grande potenziale di risparmio presente sul territorio.

Grazie alle nuove tecnologie, il potenziale di risparmio nel settore dell’illuminazione pubblica raggiunge il 50%
M’illumino di meno è una campagna di sensibilizzazione, lanciata a livello radiofonico, che punta a sensibilizzare sulla razionalizzazione dei consumi energetici, e che da anni si impegna a raccontare best practice in ambito di risparmio energetico promuovendo così la riflessione sul tema dello spreco e del consumo intelligente. Alla campagna partecipa anche la Provincia di Bolzano tramite l’Ufficio risparmio energetico.

“Grazie alle nuove tecnologie” sottolinea il consulente tecnico Walter Haberer “e grazie a un utilizzo più mirato delle fonti di luce, solamente nel settore dell’illuminazione pubblica vi è un potenziale di risparmio che può raggiungere il 50% di ciò che viene normalmente consumato”.

La Provincia da tempo ha intrapreso dei passi in questa direzione: i criteri per le misure di contenimento dell’inquinamento luminoso, le linee guida per la redazione dei piani di illuminazione comunale, ma anche gli interventi sul tema dell’inquinamento luminoso e i seminari sull’illuminazione esterna pubblica per progettisti e tecnici, sono solo alcune delle iniziative messe in campo per promuovere un uso razionale e intelligente dell’energia.

La campagna di sensibilizzazione M’illumino di meno culmina come tutti gli anni nella Giornata del Risparmio energetico, che quest’anno viene celebrata domani (venerdì 13 febbraio), con il consueto simbolico silenzio energetico. Negli anni scorsi, l’iniziativa di sensibilizzazione ha fatto in modo che venissero spenti alcuni dei monumenti più importanti d’Italia e d’Europa, allo scopo di stimolare la riflessione sull’importanza di un uso razionale dell’energia.

Condividi: