Home Imprese Sostenibili Parco degli acquedotti, volontari per la riqualificazione

Parco degli acquedotti, volontari per la riqualificazione

pubblicato il: - ultima modifica: 17 Giugno 2022
parco degli acquedotti

80 volontari, grazie al supporto dell’organizzazione non profit RomAltruista, saranno impegnati a Roma per un’insolita missione: il rispristino del meraviglioso Parco degli Acquedotti.

Grazie a questa iniziativa di recupero di un’importante e storica area verde, per un giorno intero il personale di American Express avrà un solo obiettivo aziendale: riqualificare alcune aree di uno dei più interessanti parchi della Capitale.

Il sodalizio tra RomAltruista, organizzazione impegnata nella promozione del volontariato flessibile, e American Express procede a gonfie vele e dopo l’iniziativa di qualche settimana fa – la riqualificazione del Parco delle Mura Latine – la collaudata coppia ha alzato il tiro.

Questa volta saranno gli edifici antichi, la cascatella, i magnifici acquedotti romani e tutti gli altri reperti storici dello splendido Parco degli Acquedotti, i muti osservatori dell’impresa! Giovedì 27 ottobre 80 volontari aziendali si presenteranno con vanghe e ramazze in mano, per dare nuova vita all’importante patrimonio storico, naturalistico e paesaggistico di una delle aree più interessanti del Parco Regionale dell’Appia Antica.

La novità della giornata è rappresentata dal coinvolgimento di normali cittadini, membri dell’associazione Volontari per la Tutela e la Conservazione del Parco degli Acquedotti, che hanno mostrato di avere compreso appieno l’iniziativa e intendono partecipare attivamente all’impresa.

Quello di giovedì rappresenta solo l’ultimo degli interventi di Serve2gether, il programma di volontariato internazionale di American Express, che coinvolge un vasto numero di dipendenti in tutto il mondo impegnati in prima persona in una serie di azioni di volontariato, che spaziano da donazioni a raccolte fondi, a riqualificazioni di ambienti esterni e interni. In Italia American Express collabora con RomAltruista con iniziative volte a offrire un contributo concreto alla città di Roma.

L’organizzazione dell’attività è tanto semplice quanto efficace: American Express e RomAltruista scelgono insieme l’attività da sviluppare e, mentre l’azienda assicura il sostegno finanziario al progetto e la disponibilità del proprio personale per una o più giornate di lavoro, regolarmente retribuite, l’associazione non profit cura l’organizzazione e la pianificazione degli interventi, organizzando le giornate e coordinando i volontari e l’andamento dei lavori.

Il risultato è un esercizio di team building sfidante ed efficace che da un lato apporta complessità ed emozione alle iniziative di volontariato aziendale e dall’altro offre un importante contributo alle Realtà del terzo settore di Roma, che possono così beneficiare di interventi concreti e straordinari.

Siamo molto soddisfatti di avere facilitato questa importante sinergia tra le realtà sociali e il mondo aziendale – dice Mauro Cipparone, presidente di RomAltruista – La macchina organizzativa, ormai verificata con diversi partner del settore profit, da un lato aggiunge valore ed entusiasmo alle attività di volontariato aziendale, dall’altro promuove e stimola la responsabilizzazione e l’attivazione dei partecipanti e del mondo imprenditoriale verso il territorio“.

American Express è da anni impegnata, in Italia e nel mondo, a sostenere concretamente organizzazioni non-profit sia attraverso un supporto finanziario, sia coinvolgendo attivamente i propri dipendenti, che possono dare il loro contributo per opere socialmente utili.

American Express si impegna così a contribuire al benessere e allo sviluppo delle comunità in cui opera attraverso azioni significative e di valore a favore della tutela dell’ambiente, della cultura e della storia.

Ma non solo. Uno infatti dei valori chiave della società è proprio la Gold Citizenship, ovvero essere buoni cittadini nelle comunità e nei contesti in cui si vive e si lavora, dando un contributo diretto con azioni significative e di valore” afferma Melissa Peretti, country manager di American Express in Italia.

Condividi: