Home Eco Lifestyle Scambiare i vestiti inutilizzati fa bene a noi stessi e al Pianeta

Scambiare i vestiti inutilizzati fa bene a noi stessi e al Pianeta

pubblicato il: - ultima modifica: 5 Agosto 2020
Very Important Choice

scambiare i vestiti inutilizzatiDa una ricerca di Greenpeace risulta che possediamo più indumenti di quanti non ce ne servano: ecco allora che scambiare i vestiti inutilizzati fa bene a noi stessi e al Pianeta

L’industria tessile tradizionale, quella che non ha ancora fatto i conti con il rispetto dell’ambiente, è tra i settori produttivi più inquinanti al mondo anche a causa del massiccio impiego di fibre sintetiche derivanti dal petrolio come il poliestere.

Il riuso e riciclo dei capi di abbigliamento a fine vita diventa perciò una strada da intraprendere al più presto.

Anche perché i nostri armadi straboccano di indumenti inutilizzati; un sondaggio condotto da SWG per Greenpeace, infatti, sta facendo luce su questo tema.

Un italiano su due – ne sono stati intervistati 1.000 – ha dichiarato di possedere più capi di abbigliamento di quelli che davvero gli servono mentre il 46% afferma addirittura di avere nel guardaroba abiti mai utilizzati o ancora provvisti di etichetta.

Secondo la ricerca, per più di metà degli italiani l’acquisto eccessivo di capi di abbigliamento aiuta a combattere la noia e lo stress o ad aumentare l’autostima.

Tuttavia gli intervistati dichiarano che il senso di euforia e soddisfazione post-shopping ha una durata limitata, che si esaurisce circa due giorni dopo l’acquisto.

Cambiare i propri comportamenti di acquisto può quindi far bene a noi e al nostro Pianeta.

Sono varie le modalità: scambio, baratto o acquisto vintage. Attraverso i mercatini dell’usato o utilizzando il web.

E ora anche con una semplice App: Lablaco Give che permette di far girare la foto dei propri capi inutilizzati mettendoli a disposizione di chi li volesse scambiare con altri.

Un accordo con il vettore Dhl permette di velocizzare sia il ritiro degli indumenti sia la loro consegna. A ideare questa social commerce App è stata una giovane startup che ha sede a Milano.

Condividi: